Piccinni e Gazzanni vincono il premio di giornalismo Mattarella

Più informazioni su

Nella Setta di Flavia Piccinni e di Carmine Gazzanni vince il prestigioso Premio Mattarella Giornalismo 2019. A premiare i due autori, nella suggestiva cornice dell’Abbazia di Montecassino, i genitori del giovane Marco Vannini.

“Abbiamo deciso – hanno spiegato i due autori – di dedicare questo inaspettato riconoscimento a tutte le vittime che hanno avuto il coraggio di raccontarci la loro storia, che hanno avuto fiducia in noi e hanno rischiato in prima persona per mostrare un vuoto normativo che affligge quattro milioni di persone”.
Il libro. C’è un mondo oscuro che si muove fra potere, politica e business. Un mondo che si costruisce sulla pelle non dei più deboli, ma di persone che vivono momenti di difficoltà. Alla violazione psicologica si affianca spesso anche una violenza ancora più devastante, profonda e sconosciuta.
A vivere in questo mondo sotterraneo sono quattro milioni di italiani. Sono il vostro edicolante, la ragazza che vi prepara il cappuccino al bar la mattina, la signora simpatica che incontrate sull’autobus andando al lavoro o il vostro odiatissimo vicino. Sono persone inghiottite in quella zona grigia – che nel nostro paese soffre di un inspiegabile vuoto normativo – che s’annida al confine tra l’adesione a un nuovo culto e la manipolazione psicologica. Abusi sessuali ed economici, violenze fisiche, vite distrutte e piccoli imperi sono colonne portanti di questo allarmante universo misterioso.
Per raccontarlo, Flavia Piccinni e Carmine Gazzanni hanno viaggiato lungo tutta l’Italia. Si sono infiltrati in alcune comunità, hanno incontrato adepti ed ex membri, parlato con esperti e indagato i gangli politici ed econoici che rendono queste organizzazioni così potenti e aggressive. Ne emerge un quadro sconvolgente e inaspettato, che attraverso documenti inediti e ricerche investigative puntuali mostra tutti gli abusi a cui gli adepti sono sottoposti. Dalla sconvolgente comunità torinese dei monaci Durjaya, alla misteriosa Archeosofia, passando da pedinamenti e pedofilia, Nella Setta restituisce un’immagine inquietante e incredibile dell’occulto nel nostro paese.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.