Dedicata al viaggio la terza edizione del Premio Piaggia

Il viaggio come metafora di apertura, di scoperta e di tolleranza verso “l’altro” ma anche come percorso interiore alla scoperta del “Sé”. È questo il tema centrale che caratterizzerà la terza edizione del Premio letterario nazionale Carlo Piaggia che è stato presentato questa mattina (22 ottobre) alla Badia di Cantignano. Il premio è nato con l’intento di far conoscere la vita e le opere dell’esploratore e di valorizzare il territorio che gli ha dato i natali. Il concorso, articolato in tre sezioni (poesia inedita, narrativa edita e narrativa inedita), offre a tutti i vincitori, oltre ad un premio in denaro, la possibilità di pubblicazione dell’opera di narrativa inedita. Gli artisti che desiderano partecipare al concorso hanno tempo fino al 31 dicembre per inviare le loro opere. Le premiazioni si terranno invece il 13 giugno 2020.

“Ci fa piacere essere anche quest’anno tra i soggetti che sostengono questo premio letteraio – ha detto l’assessore alla cultura del Comune di Capannori, Francesco Cecchetti -. Si tratta di un bel modo per far rivivere il messaggio di Carlo Piaggia, uno dei nostri concittadini più noti, nato proprio qui alla Badia di Cantignano. Piaggia era un esploratore atipico per la sua epoca: era molto aperto alla conoscenza dell’altro e desideroso di conoscere nuove culture. Un messaggio che crediamo sia valido ancora oggi”.
“La nostra attività non si ferma semplicemente al premio letterario – afferma Oriana Rispoli Spaziani, presidente del Premio Carlo Piaggia -. Abbiamo organizzato incontri con i vincitori delle passate edizioni per farli conoscere; abbiamo organizzato percorsi dedicati alle scuole; e creato in pochi anni una rete di lettori che si interessa agli autori che partecipano al nostro concorso. Diamo grande attenzione soprattutto ai giovani: infatti per gli under 26 la partecipazione sarà gratuita. Un modo per spronarli a lanciarsi”.
“La figura di Carlo Piaggia è molto importante – aggiunge la presidente -.Era una persona lungimirante e dalla mentalità molto aperta. Una figura illuminata, spinta dalla curiosità e dalla voglia di confrontarsi con l’altro. Questo è il messaggio che vogliamo lanciare con il nostro premio. Per questo motivo siamo aperti a tutti: non solo agli autori di origine italiana ma a chiunque adoperi l’italiano come propria lingua letteraria”.
“Questo premio è stato fortemente voluto dal mondo del volontariato – ha spiegato don Emanuele Andreuccetti, parroco di Badia di Cantignano e inventore della manifestazione -. Un mondo che è radicato sul nostro territorio e che, a suo modo, proprio come Piaggia, oggi è fatto di pionieri che sono costretti spesso a confrontarsi con la diffidenza delle altre persone. Il messaggio che vogliamo lanciare è che anche in tempi difficili come quelli che stiamo vivendo, è possibile trovare una prospettiva nuova e produrre qualcosa di buono. Camminiamo tutti insieme per cercare di abbattere i muri della diffidenza”.
Per partecipare al concorso, il cui tema è La conoscenza vien viaggiando, c’è tempo fino al 31 dicembre 2019. Lo opere da candidare, insieme alla scheda di partecipazione e alla copia del versamento del contributo previsto, devono essere inviate all’associazione culturale La Sorgente, casella postale numero 25, Guamo-Capannori. Per la poesia e per la prosa inedite è possibile inviare, in alternativa al cartaceo, le copie per posta elettronica all’indirizzo premiocarlopiaggia@gmail.com allegando anche gli altri documenti richiesti.
Le opere saranno valutate da una giuria tecnica composta da scrittori, poeti, giornalisti e cultori di lettere e da una giuria popolare formata da 30 cittadini di Capannori e Lucca. La giornata di premiazione è in programma per sabato 13 giugno 2020 nell’antica chiesa abbazziale di Badia di Cantignano. Contestualmente alla premiazione sarà organizzato un incontro in cui gli autori premiati verranno intervistati e potranno presentarepubblicamente le proprie opere.
Dal 2015, anno della sua fondazione, il Premio ha stretto numerose e proficue collaborazioni con enti e associazioni del territorio come il liceo Machiavelli di Lucca e la BiblioCoop. Il Premio sarà inoltre parte attiva nel nuovo festival Lucca città di carta (che si terrà il prossimo aprile al Real Collegio) con uno stand e l’organizzazione di alcuni incontri. Inoltre, in collaborazione con il liceo scientifico Ettore Majorana, è nato un corso di scrittura creativa tenuto dallo scrittore Fabrizio Silei.
Il premio è promosso dalle associazioni La Sorgente di Guamo, Mirco Ungaretti onlus e Nuove Tendenze con il patrocinio di Regione Toscana, Provincia di Lucca, Comuni di Lucca e Capannori, Fondazione Promo P.A., associazione Lucchesi nel mondo e con il contributo di Fondazione Banca del Monte di Lucca, Comune di Capannori e Unicoop Firenze – sezione di Lucca.
Per ulteriori informazioni: www.premiocarlopiaggia.it

Luca Dal Poggetto

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.