Circolo del Cinema, nuovo ciclo incentrato sulla donna

Giovedì (7 novembre) al Cinema Centrale, il Circolo del Cinema di Lucca dà avvio al nuovo programma bimestrale cinematografico. Una rassegna con film che hanno, tranne un’eccezione, un filo comune che le percorre: la donna. Anche se sono diverse tra loro, sono tutte con una spiccatissima personalità. Una pop-star, Natalie Portman con Vox Lux il 14 novembre, adorata, ma oltraggiosa, sgradevole e conflittuale. Una stella del cinema Catherine Deneuve con Le verità il 21 novembre, ammirata, desiderata, ma egocentrica, che deve fare i conti fino in fondo con la figlia (Juliette Binoche). Una filosofa, psicanalista, archetipo di militante femminista, Lou Salomè (Katharina Lorenz), nel film omonimo in programmazione il 5 dicembre che rifiutò, tra l’altro, alcuni dei più grandi intellettuali del ‘900. Una fotografa, Letizia Battaglia, ne La mafia non è più quella di una volta, il 7 novembre, che ha scattato foto importanti nella lotta contro la mafia. E infine un nuovo film di Ozon, Grazie a Dio, che sarà proiettato il 28 novembre e che ricostruisce una vicenda di violenze nella chiesa con tono asciutto e realistico.

Conclude il programma al Cinema Centrale, il 12 dicembre, l’evento Tosca, nei luoghi e nelle ore di Tosca di Giuseppe Patroni Griffi, film del 1992 che ripercorre la famosissima opera lirica di Puccini. Il film sarà proiettato grazie alla collaborazione con la Fondazione Giacomo Puccini, il Lucca Film Festival e il Cineforum Ezechiele. Alla serata interverrà Andrea Andermann, produttore del film.
Il programma di San Micheletto dei lunedì sera, vede una selezione dei film che vanno ad indagare sull’Italia di oggi. Viviamo un periodo storico di grande trasformazione: da una società industriale ad una altamente tecnologizzata e globalizzata. Le conseguenze le intravediamo ogni giorno: guerre che si allargano e crescita del terrorismo, cambiamenti climatici e devastazioni, migrazioni di massa e società più chiuse e intolleranti, rapido sviluppo tecnologico e crescita di disoccupazione e precarietà. Ecco l’importanza di capire i mutamenti e le cause che lo determinano. Ecco l’importanza di film-doc, che rappresentino questi processi. In questi due documentari italiani, due fatti importanti: i migranti morti nel Mediterraneo e le vite spezzate di giovani. Lunedì 18 novembre verrà proiettato La libertà non deve morire in mare di Alfredo Lo Piero e il 2 dicembre Figli come noi di Rosso Fiorentino.
Anche a San Micheletto verrà omaggiato Giacomo Puccini con la proiezione del film Avanti a lui tremava tutta Roma di Carmine Gallone. L’evento che si terrà venerdì 13 dicembre sarà organizzato in collaborazione con la Fondazione Giacomo Puccini, il Lucca Film Festival e il Cineforum Ezechiele.
Arricchiranno il programma due film su due grandi registi italiani lunedì 19 dicembre in doppio spettacolo: La morte legale di Silvia Giulietti e Luchino Visconti, la vita come un romanzo di Carlo Lizzani.
Tutte le proiezioni iniziano alle 21,15. Per partecipare occorre sottoscrivere la tessera annuale del Circolo del Cinema. Le tessere di socio possono essere sottoscritte sul sito ufficiale del Circolo www.circolocinemalucca.it, durante le serate di proiezione a San Micheletto e al Cinema Centrale oppure presso la libreria Baroni in Piazza San Frediano.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.