Ardinghi e Di Vecchio, il Novecento artistico a Lucca

Inaugura la mostra al palazzo delle esposizioni

Giuseppe Ardinghi e Mari Di Vecchio. L’ambiente artistico del Novecento a Lucca. Apre sabato (14 dicembre) alle 17 al Palazzo delle Esposizioni in piazza San Martino, a Lucca la mostra che Fondazione Lucca Sviluppo e Fondazione Banca del Monte di Lucca, in collaborazione con il polo museale della Toscana e il Comune di Lucca, dedicano a questa coppia artistica del Novecento e al loro ambiente culturale, che ha espresso nomi quali Guglielmo Petroni, Arrigo Benedetti e Mario Tobino.

Una finestra sul Novecento in un percorso di circa 90 opere, diviso in 6 sezioni, curato da Alessandra Trabucchi, docente di lettere, esperta in gestione di eventi culturali e membro del consiglio di amministrazione della Fondazione Centro Studi Ragghianti, che si inserisce nel filone di esposizioni dedicate alla riscoperta degli artisti del nostro territorio, con due nomi profondamente legati tra loro e alla cultura del Novecento, le cui opere sono state esposte in contesti di alto livello e ne hanno ricevuto grandi riconoscimenti.

L’esposizione, che durerà fino al 26 gennaio, è ulteriormente arricchita da una serie di incontri di approfondimento aperti a tutti, dedicati agli artisti e all’ambiente letterario novecentesco, a cura di Giovanni Ricci.

Ingresso libero, apertura dal martedì alla domenica, dalle 15,30 alle 19,30.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.