Da Cucchi alla Siria, Lucca in piazza per i diritti

Una raffica di iniziative per dire stop ai pregiudizi e agli stereotipi di genere

Un momento di comunità in piazza Grande, uno spettacolo teatrale dedicato a Stefano Cucchi, e ancora film, musica e presentazioni di libri. E’ davvero ricco e partecipato il programma che Lucca dedica quest’anno alle giornate intorno al 10 dicembre: in cui, in tutto il mondo, si ricorda la dichiarazione universale dei diritti umani.

La rassegna, dal titolo Costruire diritti è costruire la città, si articolerà per ben due settimane, ed è promossa da Comune e Provincia, assieme a numerose associazioni e organizzazioni del territorio: tra cui Croce Rossa Italiana di Lucca, Cgil, Caritas diocesi di Lucca, Libera, Amnesty international, Arci, Conpartecipo, Ceis, LuccAut, Equinozio, cineforum Ezechiele 25,17, la città delle donne, Centro donna Lucca, associazione don Franco Baroni e Maschile Plurale, Scuola della Pace.

Gli appuntamenti sono stati presentati stamani (7 dicembre), a Palazzo Orsetti, dal consigliere delegato ai diritti Daniele Bianucci, dall’assessora alle politiche di genere Ilaria Vietina, dall’assessore alla cultura Stefano Ragghianti, da Rossana Sebastiani dirigente della Provincia di Lucca e dai rappresentanti delle associazioni coinvolte.

“A partire da lunedì, e fino al 21 dicembre, sull’intero territorio lucchese sarà un fiorire di iniziative e momenti di riflessione – commenta Daniele Bianucci -. Questo importante progetto è frutto di un lavoro di squadra tra Comune, Provincia e le tante associazioni che operano sul territorio. Abbiamo infatti lavorato assieme alla realizzazione di appuntamenti di condivisione e partecipazione, festosi ed anche di approfondimento: perché nella nostra Città, la costruzione di una comunità in cui i diritti sono riconosciuti a tutte e a tutti, rappresenta una priorità che unisce e che vede coinvolti ed attenti i cittadini nella loro interezza”.

“Queste iniziative sono importanti e non devono passare in sordina – le parole di Ilaria Vietina -. Il progetto che presentiamo questa mattina si lega alle altre tante iniziative fatte dal nostro comune sul tema della battaglia per i diritti. Adesso entriamo nel vivo con questa serie di appuntamenti che si svolgeranno grazie al prezioso contributo delle associazioni. Vogliamo creare una città più attenta ai diritti: non solo quelli del territorio, ma anche dell’intero mondo. Serve una visione di insieme per avere un atteggiamento efficace, per fare crescere una comunità. Vogliamo continuare e proseguire su questa strada”.

“Costruire diritti è costruire la città – esordisce Ragghianti -. Questa iniziativa è un modo importante per unire la comunità su alcuni principi fondamentali per l’uomo. In alcuni paesi, purtroppo, la carta dei diritti è lontana dalla realtà. È crollato un muro ma ne sono nati molti altri. Questa serie di iniziative servirà a far riflettere”.

“Questa progetto porta con sé un tema importante e lo tratta con tante iniziative adatte a tutte le età – commenta Sebastiani -. La Provincia, in vista del 10 dicembre, ha aderito anche alla manifestazione a Milano per Liliana Segre”.

Le associazioni presenti lanciano un messaggio unanime: “Siamo sempre dalla parte di chi non riesce a far valere i propri diritti. Dobbiamo dar voce a quelle persone, non dobbiamo girarci dall’altra parte. Questa sarà un’occasione per riprendere la discussione sulla tematica dei diritti”.

Il programma

Si parte lunedì prossimo (9 dicembre): alle 21, nella sala parrocchiale dell’Arancio (via di Tiglio, 192 – dietro il campanile), proiezione del film in prima visione Il segreto della miniera di Hanna Antonina Wojcik-Slak. Dedicato al diritto di coltivare la memoria, il film fa luce sulle stragi di pulizia etnica attuate durante le guerre nei Balcani. L’iniziativa è promossa dal gruppo 201 Amnesty International di Lucca e da Cineforum Ezechiele 25:17 di Lucca.

Ingresso gratuito e aperto a tutti. Sempre lunedì, ma alle 20 Racconti, radici e riscatto, seconda tappa del tour 2019 (Roma-Lucca-Bologna-Padova-Verona -Monza Brianza-Genova-Cuneo) organizzato dalla Cooperativa sociale Esperanto, aderente al Presidio di Libera Castel Volturno. L’iniziativa, nella sala parrocchiale in via Nuova di Guamo, è promossa dal presidio Libera di Lucca Giuliano Guazzelli insieme al gruppo Giovani di Guamo, in collaborazione con la Parrocchia di Badia Cantignano, Coselli, Guamo, Vorno; patrocinata dal Comune di Capannori.

Martedì (10 dicembre) dalle 16,30, in Piazza Napoleone Una piazza per tutti, interventi, partecipazione, musica e animazione, a cura dall’associazione “Don Franco Baroni onlus”, in collaborazione con le altre associazioni del territorio. La Croce Rossa Italiana di Lucca promuove l’iniziativa “Il muro degli impegni”.

Mercoledì (11 dicembre), alle 21, nell’auditorium della Fondazione Banca del Monte di Lucca, in piazza San Martino 4, proiezione del film in prima visione Normal di Adele Tulli. Uno sguardo lucido e impietoso sugli stereotipi di genere ritenuti normali nella nostra società; iniziativa promossa dall’associazione Maschile Plurale Lucca e da Cineforum Ezechiele 25:17 di Lucca. Ingresso gratuito e aperto a tutti.

Giovedì (12 dicembre), alle 10, nell’auditorium della Cappella Guinigi, complesso San Francesco, presentazione del libro Siria. Una guerra contro i civili di Massimo Toschi e Michele Zanzucchi. Confronto con gli autori e dono del volume ai ragazzi delle scuole del territorio. Promosso da Comune di Lucca e Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca.

Mercoledì (18 dicembre), alle 21, sala Tobino, Palazzo Ducale, spettacolo teatrale I mostri ci somigliano, dedicato alla storia di Stefano Cucchi. Rappresentazione dell’associazione culturale Lotus, con la regia di Chiara Migliorini. Promosso dall’associazione teatrale Guarnieri. Ingresso gratuito e aperto a tutti.

Sabato (21 dicembre), alle 18, presso l’oratorio della parrocchia di Sant’Anna (via Buonamici, 367), concerto del laboratorio orchestrale lucchese (Lol) Fratel Arturo Paoli, ingresso gratuito e aperto a tutti.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.