Al San Girolamo il Gianni Schicchi per burattini

Appuntamento con gli auguri di Natale

Sabato (21 dicembre) alle 16, al Teatro San Girolamo, appuntamento con il Gianni Schicchi di Giacomo Puccini nell’adattamento per burattini, puppets e voci, uno spettacolo colorato e godibilissimo adatto per grandi e piccini (dagli 8 anni in su). Al termine della recita, gli auguri di Natale con una fetta di panettone nel ridotto del teatro San Girolamo.

Realizzato dal Teatro del Giglio nell’ambito del progetto Lucca Junior Opera, in collaborazione con Pupi di Stac e liceo artistico musicale Passaglia, il Gianni Schicchi si svolge all’interno di un teatrino in miniatura con sipari, quinte e fondali, dove i personaggi dell’atto unico pucciniano sono i burattini “animati” della storica compagnia Pupi di Stac creata nel 1946 da Carlo Staccioli a Firenze, oggi diretta da Enrico Spinelli.  Fabrizia Bava (soprano) e Andrea Pardini (baritono), accompagnati al pianoforte da Arianna Tarantino, daranno voce ai personaggi protagonisti dello Schicchi.

Ad animare burattini e puppets (questi ultimi realizzati da Laura Landi) secondo la regia ideata da Maria Teresa Elena (che firma anche i costumi) saranno Enrico Spinelli, Beatrice Carlucci e Denise Martinelli. Scene, attrezzeria e oggetti di scena sono realizzati nell’ambito del progetto di alternanza scuola-lavoro del liceo artistico musicale Passaglia di Lucca, coordinato dalla professoressa Patrizia Mugnai con gli allievi delle classi III C (indirizzo figurativo) e V C (indirizzo architettura e ambiente).

Lo spettacolo, pensato per grandi e piccini (dagli otto anni in avanti), porta in scena la vicenda di Gianni Schicchi, che nella Firenze di fine Trecento fu chiamato in gran fretta dai parenti di Buoso Donati, ricco mercante appena spirato, perché escogitasse un mezzo ingegnoso per salvarli da un’incresciosa situazione: il loro congiunto aveva infatti lasciato in eredità tutti i propri beni ai frati, senza disporre nulla in favore dei parenti…

Tra mille peripezie, travestimenti, falsi testamenti e amori che sbocciano, la vicenda del Gianni Schicchi – atto unico che il librettista Giovacchino Forzano trasse dal celeberrimo episodio del Canto XXX dell’Inferno dantesco – si snoda sul filo di un’ironia sferzante, sorretta dalla splendida musica di Giacomo Puccini.
Alla recita di sabato 21 dicembre alle 16 se ne aggiungono altre due: venerdì 20 dicembre alle 16,30 (recita e speciale laboratorio) e sabato 21 dicembre alle 11 (recita scolastica).
Questi i prezzi dei biglietti: venerdì 20 dicembre alle 16,30 2 euro; sabato 21 dicembre alle 11 6 euro; sabato 21 dicembre alle 16 7 euro (adulti), 5 euro (ridotto studenti).

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.