Quantcast

Spettacoli, concerti e proiezioni: torna la stagione di ‘Musica ragazzi’

L'evento giunge alla 14esima edizione

Oltre 25 appuntamenti per trasmettere il valore della cultura musicale ai più giovani. Tutto pronto per la 14esima stagione di Musica Ragazzi, la stagione concertistica per le nuove generazioni che che partirà a gennaio 2020. Un anno di concerti e appuntamenti, organizzato dall’Associazione Musicale Lucchese, dedicato ai bambini e ai ragazzi delle scuole (dalla materna alle superiori), che trasmetterà ai ragazzi le buone pratiche dell’ascolto di tutta la musica, non solo classica.

Una stagione che dialoga con tutte le discipline scolastiche, perché la musica è un linguaggio trasversale che abbraccia gli ambiti più vari. C’è la geografia perché ogni luogo nel mondo ha la sua musica, c’è la matematica perché il tempo va diviso e la durata delle note di fatto si calcola con modelli matematici, c’è la storia perché la musica accompagna l’uomo da sempre, c’è la fisica perché il suono è un’onda e il timbro varia a seconda del materiale di cui è fatto l’oggetto che vibra, ci sono la poesia e la metrica nei testi delle opere e delle canzoni. E poi – da non sottovalutare – c’è tutta la tavolozza emotiva che la musica mette a disposizione per parlare dei propri stati d’animo e dei sentimenti.

“Vorrei insegnare alle persone la musica, la fisica, la filosofia; ma soprattutto la musica, perché nel modello della musica sono contenute le chiavi dell’apprendimento”. Lo affermava Platone più di 2mila anni fa e oggi lo confermano gli studi di molti neuro-scienziati . Proprio per sottolineare l’importanza della musica nei processi di crescita dei bambini, la nuova stagione di Musica Ragazzi è stata presentata questa mattina (20 dicembre) all’ufficio scolastico territoriale di Lucca. A illustrare i circa 25 appuntamenti in cartellone sono stati Carla Nolledi, ideatrice e cantautrice dell’iniziativa, Donatella Bonriposi, dirigente dell’ufficio scolastico territoriale di Lucca e Massa Carrara, Simone Soldati, direttore artistico dell’Associazione Musicale Lucchese. Con loro anche Egisto Matteucci, vice presidente dell’Associazione, Antonio Cipriani, vice preside della scuola media di Lammari, il soprano Mirella Di Vita e l’attrice Cristiana Traversa.

“Il nostro impegno ed il nostro sforzo – esordisce Donatella Bonriposi – è quello di sostenere tutto ciò che riguarda il tema della musica. Oggi è l’ultimo giorno di Matera come città della cultura: ecco, Lucca deve raggiungere certi livelli di eccellenza per arrivare all’etichetta di città della musica e della cultura. Noi, nel nostro piccolo, stiamo sostenendo gli istituti musicali, con il grande obiettivo di fare di Lucca la città della musica. Una serie di piccoli passi per arrivare a questo gran risultato. Il programma 2020 di Musica per ragazzi è ben fatto e racchiude una valenza non solo musicale, ma anche educativa e formativa. Si richiederà un biglietto di 3 euro: una cosa la voglio dire, la cultura ha un valore e non c’è assolutamente da scandalizzarsi per un contributo per l’attività culturale. C’è un grande impegno e una spesa dietro a questi eventi. Ben vanga il biglietto quindi, responsabilizza anche chi li acquista”.

“Tra le varie ‘pagine’ dell’Associazione Musicale Lucchese, Musica Ragazzi gioca un ruolo senza dubbio fondamentale – ha proseguito Soldati –. Con la stagione dedicata ai giovani intendiamo portare avanti un’azione democratica per avvicinare le persone alla musica, partendo proprio dai bambini”.

“Da ormai 14 anni portiamo avanti la nostra stagione musicale – racconta Carla Nolledi -, investendo nella formazione di bambini, adolescenti e dello stesso corpo docente attraverso l’avvicinamento a vari tipi di linguaggi, con solisti, orchestre, gruppi da camera emsemble di varia formazione. Con il primo programma, risalente al 2006, abbiamo dato il via alla manifestazione con il Flauto magico al teatro di Ponte a Moriano coinvolgendo subito i ragazzi. Il nostro obiettivo è proprio questo: il nostro lavoro parte dalla consapevolezza che la musica è dentro di noi e va coltivata fin da piccoli. Musica Ragazzi è una stagione dedicata agli studenti di varie fasce di età, che dialoga con tutte le discipline scolastiche, perché la musica è un linguaggio trasversale che abbraccia ambiti legati alla scienza, alla letteratura, alla storia e alla geografia. I ragazzi vanno coinvolti, si devono sentire protagonisti. Musica Ragazzi, oltre a creare un ponte tra la musica di livello ed i giovani, mira anche a valorizzare i musicisti lucchesi. La musica va a braccetto con benessere e cultura”.

I dettagli e il programma. Ai ragazzi delle scuole interessate verranno proposti incontri e concerti di vario genere, pensati per le diverse fasce di età in modo da adattarsi alla fasi del loro sviluppo cognitivo ed emotivo.

Per i più piccoli (scuole materne ed elementari) sarò possibile partecipare a laboratori di costruzione di strumenti musicali, assistere alle prove aperte all’orchestra dell’Issm Boccherini per capire come nasce un concerto oppure scoprire e riscoprire grazie alla musica le favole di Gianni Rodari. I bambini potranno assistere alla messa in scena di una Boheme costruita a loro misura e anche sorprendersi a capire il valore della musica nei film e nei cartoni animati.

Per i più grandi (scuole medie e superiori) la stagione offre momenti di grande spessore per approfondire gli eventi legati alla giornata della memoria (con una particolare attenzione alla strage di Sant’Anna di Stazzema) o la conoscenza di Beethoven.

La stagione, che si aprirà il 9 gennaio al Boccherini con Strumenti di tutti i colori, festeggerà anche il centenario della nascita di Gianni Rodari nella giornata del 23 aprile.

Il programma completo della stagione è consultabile e scaricabile dal sito www.associazionemusicalelucchese.it nella sezione offerta musicale.

Il biglietto di ingresso agli eventi costa 3 euro. Per info e prenotazioni: 0583.469960; info@associazionemusicalelucchese.it.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.