Sacra rappresentazione in ricordo di don Diomede

I canti gregoriani e la forza del teatro nel trigesimo della morte del religioso che ha dedicato la vita al Villaggio del Fanciullo

A poco più di un mese dalla scomparsa di don Diomede Caselli, la Fondazione Villaggio del Fanciullo e l’associazione di promozione musicale Animando hanno organizzato una messa in sua memoria, impreziosita dal canto gregoriano. L’appuntamento è per oggi (17 gennaio) alle 18, nella chiesa di San Leonardo ai Borghi, in centro storico.

A seguire, andrà in scena una sacra rappresentazione in due quadri dal titolo Sancto Francesco dal tugurio di Rivotorto alla luce. Testo e musica sono stati scritti da Antonio Frassinelli.
Nei panni del narratore ci sarà l’attore Nicola Cosentino, della compagnia TeatroGiovani di Lucca. Le altre voci recitanti saranno quella di Agnese Manzini, Francesco Nutini, Daniele Volpi, Luca Alfarano e Chiara Franceschi.
La parte musicale vedrà, invece, Caterina Brunini al flauto, Alessandro Vanni alla tromba, Maurizio Lucchesi al clarinetto e Ilaria Brunini alle tastiere.

Due le voci soliste femminili: il soprano Jennifer Schittino e il contralto Eva Drammis. Il coro Mosaico di Lucca, diretto dal maestro Silvano Pieruccini, accompagnerà l’evento.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.