Dipendenza da internet, presentato a Lucca il libro di Paolo Del Debbio

Lo scrittore e giornalista ospite al Guinigi del Lions Club Lucca Le Mura

I rischi della rete e della dipendenza da internet: è stato questo il tema presentato ieri sera (21 febbraio) dal giornalista Paolo Del Debbio al Lions Club Lucca Le Mura all’hotel Guinigi.

Un incontro voluto dal presidente Guglielmo Menchetti, amico di infanzia del giornalista. Del Debbio ha presentato il suo ultimo libro Cosa rischiano i nostri figli. L’incertezza di una generazione.

Tanti gli spunti offerti al folto pubblico: “L’abuso dello smartphone può portare a disturbi del sonno, a stati di panico e di ansia, a isolarsi dagli amici, dalla famiglia e da ogni attività sociale o sportiva. Una vera e propria malattia che in Italia coinvolge ormai un adolescente su dieci”.

Del Debbio ha invitato tutti ad aprire gli occhi, a non minimizzare “un problema sociale dalla grandi proporzioni: sono 300mila i giovani dipendenti, tanto che oggi si parla di patologia e sono stati aperti dagli ambulatori dedicati. E se la rete finisce per sostituire le tradizionali fonti di approvvigionamento culturale e sociale, il rischio più grande è quello di allevare generazioni deboli nelle capacità di scelta, privata e pubblica. Non è un fenomeno inesorabile, ma i divieti e i rimproveri non servono a contrastarlo. Dobbiamo invece sforzarci di far immergere i nostri figli nella vita vera, e non in quella virtuale, perché crescano a contatto con la strada, la natura e la gente in carne e ossa”.

E poi un ultimo suggerimento di Paolo del Debbio: “Là dove ci si rende conto che i nostri figli superano i limiti è bene rivolgersi a specialisti. Non se ne esce con la comprensione, l’amore e l’affetto: ci vogliono persone preparate”.

Grande successo per la serata e la richiesta da parte di tutti di un ulteriore incontro col giornalista per affrontare altre tematiche di attualità.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.