La primavera è arrivata, prenditi cura del giardino con questi semplici accorgimenti

Più informazioni su

La primavera è arrivata, la natura si risveglia, la vegetazione germoglia e il prato del giardino torna ad essere verde e folto. È quindi giunto il momento di intervenire e prendersene cura.

È il periodo migliore per fare i lavori di manutenzione del prato che renderanno il giardino bellissimo, pieno di vita e particolarmente rigoglioso.

Bastano pochi semplici accorgimenti per ottenere un manto erboso verde e ordinato, di seguito ti daremo qualche buon consiglio.

La cura del prato

Il prato è come una base di appoggio per le piante del giardino, per questo motivo deve essere folto e rigoglioso, ma anche avere un colore intenso e uniforme. Ottenere un colore uniforme non è così difficile, il tuo giardino può essere verde e ben curato, devi solo munirti degli attrezzi adeguati e seguire qualche consiglio per la sua manutenzione, tenendo conto dei suoi cicli naturali.

La primavera è il momento migliore per dedicarsi al giardino, prestando maggiore attenzione a quei dettagli che solitamente sfuggono durante i mesi freddi.

Solitamente si comincia a preparare il prato già a inizio marzo o comunque durante il mese, poiché è un periodo con un clima più mite e le temperature arrivano anche a superare i 15°.

Si può approfittare di queste temperature per predisporre il terreno alla semina. La prima cosa da fare è fare un taglio molto corto all’erba, puoi farlo usando un tagliaerba tradizionale oppure, se non vuoi affaticarti, puoi scegliere un robot tagliaerba come bosch indego, piccolo, compatto ma molto potente, dopo averlo avviato, taglia il prato da solo e ti permette di risparmiare tempo e fatica.

Dopo aver tagliato il prato, per continuare la cura e manutenzione del giardino, puoi eliminare le erbacce, possibilmente occupandotene in prima persone e con attrezzi manuali specifici. Puoi anche usare dei diserbanti per inibire la crescita di nuovi germogli delle erbacce. A questo punto, dopo aver scelto i semi più adatti alle proprie esigenze, si può procedere con la semina e alle irrigazioni periodiche, che dovranno essere frequenti ma con poca acqua.

Come evitare che il prato del giardino ingiallisca

Un problema molto diffuso dei giardini è il manto erboso ingiallito, per evitare questa spiacevole condizione bisogna prendersi cura del prato durante tutto l’anno.

Quando inizia la primavera bisogna intensificare la manutenzione per riparare i danni che l’inverno e il freddo hanno provocato al giardino. Si possono usare dei rulli appositi per posizionare nuovamente le zolle e assicurare alle radici un contatto migliore con la terra.

Questo è un buon periodo anche per usare il fertilizzante all’azoto, che stimola la crescita dei germogli: è consigliato usare la tipologia che rilascia lentamente e nel tempo i suoi principi attivi in modo da ottenere dei benefici a lungo termine.

Al termine della primavera e prima che inizino i mesi estivi, bisogna iniziare a intensificare la frequenza delle irrigazioni per contrastare gli effetti negativi del caldo e del sole, ricordandosi di farlo in serata, durante la notte o al mattino molto presto.

Infine, l’ingiallimento del prato può anche essere dovuto alla mancanza di aria e ossigeno delle radici, per cui, dovrai fare un lavoro di areazione periodica del terreno con dei rulli chiodati utili a fare dei fori, che permetteranno ad aria, acqua e fertilizzanti di andare più in profondità.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.