Anche un autore lucchese fra i premiati di ‘Racconti nella rete’

I vincitori a Lucca in occasione della 26esima edizione del festival LuccAutori e della presentazione dell'antologia edita da Castelvecchi

Anche uno scrittore lucchese, Raffaele Sesti, tra i premiati della 19esima edizione del premio letterario Racconti nella Rete. Il suo racconto si intitola La finestra delle scarpe.

Lo sguardo sul mondo che più diverte Leo, bambino vivace e pieno di iniziative, è quello che osserva da una piccola finestra nella cantina del nonno. In compagnia dell’uomo, che passa molto del suo tempo indaffarato in mille lavoretti, Leo si ritrova spesso ad osservare divertito tutte le scarpe che passano sul marciapiede davanti alla loro finestra. Il mondo che osserva da lì inizia però a cambiare velocemente quando la pandemia invade la città dove abita finendo per insinuarsi anche fra le mura di quella cantina e portarsi via la persona con cui più ama passare il tempo.
La visione ingenua e pura del bambino fa da contraltare alla tragedia di una realtà surreale che molte famiglie si sono trovate ad affrontare nei mesi bui dell’emergenza sanitaria.

Raffaele Sesti ha 37 anni, una laurea in ingegneria aeronautica e ama moltissimo leggere, scrivere e Bruce Springsteen. Lavora in una ditta che progetta macchinari per la produzione di carta ed il tempo libero cerca di dedicarlo alla lettura, alla scrittura e alla moto con cui adora perdersi in montagna.

“Sopporto poco il mare, la sabbia, il caldo e i ragazzini urlanti – dice Raffaele – ma datemi 5 gradi, una montagna piena di neve e del silenzio e ritrovo me stesso. Un giorno comprerò un cane San Bernardo che chiamerò Einstein ma per il momento il riscaldamento globale non mi aiuta”.

I vincitori saranno premiati a Lucca in occasione della 26esima edizione del festival LuccAutori, in programma dal 18 settembre al 4 ottobre alla biblioteca Agorà, Palazzo Bernardini e Villa Bottini.

La giuria tecnica della 19esima edizione del premio letterario Racconti nella Rete ha selezionato i venticinque racconti che saranno inseriti nella nuova antologia del Premio edita da Castelvecchi. “Complimenti ai vincitori – dice il presidente Demetrio Brandi – e un sincero ringraziamento a tutti gli autori che hanno partecipato a questa edizione, contribuendo con la qualità delle loro opere a far crescere ulteriormente il nostro concorso”.

Nelle giornate del 3 e 4 ottobre, in programma a Villa Bottini, alla presenza degli autori vincitori del premio, sarà presentata in anteprima la nuova antologia contenente i racconti selezionati. Il disegno di copertina è stato realizzato dal fumettista e illustratore Massimo Cavezzali.

Il premio Buduàr per il miglior racconto umoristico è stato assegnato a Davide Desantis per il racconto Progetto d’esame, mentre il premio Aidr (Associazione italiana digital revolution) assegnato al vincitore più giovane, Davide Deidda con il racconto C’erano una volta i Kinvert,

Il vincitore della sezione Racconti per Corti è Andrea Masotti con il soggetto Il profeta del ring. Il cortometraggio, che verrà realizzato a Lucca dalla Scuola di Cinema Immagina diretta da Giuseppe Ferlito, sarà presentato in anteprima assoluta sabato 3 ottobre a Villa Bottini.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.