Tralerighe entra nel gruppo di New Italian Book

Importante risultato per la casa editrice indipendente

Altro passo importante per l’editore indipendente lucchese Tralerighe che è entrato nel gruppo di New Italian Book, il contenitore promosso dal Ministeri degli affari esteri, da Treccani, dal Ministero dei Beni artistici e culturali e dall’associazione italiana editori.

Tralerighe condivide la pagina di presentazione, tra gli altri editori, con Rizzoli, Sellerio, Salani, Sperling & Kupfer e Sergio Bonelli.

New Italian Book porterà i libri italiani nel mondo rafforzando il legame con gli istituti di cultura all’estero e mettendo in stretta relazione l’offerta letteraria italiana con la richiesta straniera.

Tralerighe è inoltre entrato a far parte di Editori Indipendenti un sito internet nato per creare una rete di piccoli editori, piccoli librai e grandi lettori.

Sul campo delle presentazione dopo lo stop forzato Tralerighe riparte con eventi già in calendario fino a metà settembre. Saranno oltre trenta le presentazioni che si svolgeranno in due mesi in tutta Italia e tra queste la partecipazione con lo stand al Terracina Book festival e al Salone Lucca Città di Carta.

“In uscita abbiamo circa 15 libri – ha proseguito il direttore Giannasi – con prevalenza di titoli di saggistica e memorialistica sulla prima e seconda guerra mondiale”, ma anche qualche romanzo che intende raccontare il Novecento. A breve lanceremo il bando del secondo Premio Tralerighe Storia che ha visto alla prima edizione la partecipazione di oltre 300 tra saggisti e studiosi da tutta Europa e la cerimonia di premiazione la faremo a Lucca. Abbiamo anche numerose novità che presenteremo a ottobre”.
Infine guardando al futuro Tralerighe ha già opzionato il proprio stand al Salone Internazionale del Libro di Torino, che saltato a maggio, attende una nuova collocazione nel calendario 2020-2021.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.