Lucca Classica Music Festival, in San Francesco la cerimonia inaugurale

Una fanfara dalla torre delle Ore annuncerà l'avvio della rassegna, poi i primi appuntamenti ufficiali

Una fanfara dalla Torre delle Ore per annunciare l’inizio della sesta edizione di Lucca Classica Music Festival (www.luccaclassica.it). È con la forza della musica che, dopo le anteprime all’ospedale San Luca e in piazza del Giglio, il Festival si propone alla città in una veste inedita, ma sempre ricchissima. Appuntamento domani (11 luglio) alle 19,30 ai piedi della torre e nelle vie circostanti per ascoltare le trombe di Federico Trufelli, Alessandro Vanni, Luca Tassi e Federico Celli.

Alle 20,30, in San Francesco, la cerimonia inaugurale del Festival con i saluti istituzionali e la conversazione tra Massimo Bray, ex ministro dei beni culturali e direttore generale della Treccani, e Massimo Marsili, direttore della Fondazione Puccini (ingresso gratuito).

L’incontro si intitola Alla voce cultura e prende spunto dall’ultimo libro di Bray (edito da Manni) in cui l’autore riflette sui motivi per cui la cultura dovrebbe diventare centrale per la vita politica e sociale del nostro paese, perché strumento per leggere i cambiamenti, comprendere le motivazioni della crisi e dal quale trarre indicazioni per il futuro. A seguire Sandro Cappelletto e Simone Soldati proporranno L’amore vuole tutto e ha ragione, intensa drammaturgia dedicata a Ludwig van Beethoven, che intreccia la musica di Beethoven con le parole e i versi liberamente tratti da Friedrich Schiller, Nelson Mandela e Anna Achmatova.

Domenica (12 luglio) alle 21,15, il primo vero concerto con il Quartetto di Venezia, il violista Danilo Rossi e la musica di Brahms (Quartetto per archi numero 2 in la minore, opera 51 numero 2 e Quintetto per archi numero 2 in sol maggiore, opera 111). L’appuntamento fa parte del progetto che avrebbe dovuto essere realizzato per Concerti di Pieve a Elici che per questa estate, in via del tutto eccezionale, vista l’emergenza Covid, stato rimodulato e sarà realizzato a Lucca Classica.

La serata rientra negli eventi dedicati a Piero Farulli, fondatore della Scuola di musica di Fiesole. “Siamo onorati di celebrare i 100 anni della nascita del nostro grande maestro a Lucca, nella chiesa di San Francesco – si legge sulla pagina Facebook del Quartetto di Venezia – Con Danilo Rossi abbiamo compiuto lo stesso indimenticabile percorso musicale, ormai qualche annetto fa, sotto la guida del maestro Farulli e siamo felici di portare avanti questa meravigliosa e preziosa amicizia, dopo tanti anni. Un ringraziamento particolare all’amico Marcello Parducci (ex presidente dell’Aml e da oltre 50 anni curatore dei concerti a Pieve a Elici), che ci ha invitato a questo importante appuntamento”. Il concerto prevede un biglietto di ingresso (intero 10 euro, ridotto 7 e 5 per gli studenti) acquistabile in San Francesco a partire dalle 20,15.

Il 14 luglio sarà la volta del primo degli anniversari celebrati da Lucca Classica. Si inizia con Giuseppe Ungaretti. Sul palco, Amanda Sandrelli a recitare alcune poesie e la musica del violista Danilo Rossi. La serata (a ingresso gratuito con biglietto da ritirare in San Francesco la sera stessa) è realizzata in collaborazione con l’Associazione Lucchesi nel Mondo e sarà introdotto dalla presidente Ilaria Del Bianco.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.