Sere d’estate a Ponte a Moriano con vernacolo e operetta

Diciotto appuntamenti lungo tutta l'estate

Nel giardino del Teatro Nieri di Ponte a Moriano mercoledì (5 agosto) partirà, la rassegna Metti una sera d’estate a Ponte a Moriano, 18 serate, fino al 12 settembre, di teatro, musica ed intrattenimento ‘leggero’, ma non solo, ad ingresso gratuito. Un piccolo festival che si propone popolare, accessibile, periferico, e di ristoro per la comunità dopo mesi di grande apprensione e nel momento delle tradizionali ferie estive pensando che molti quest’anno per necessità o prudenza non ne usuifriranno o non si sposeranno molto dal luogo dio residenza.

Il programma è stato presentato questa mattina (3 agosto) nel giardino di Palazzo Orsetti dall’assessore alla cultura Stefano Ragghianti e dalla presidente della Federazione italiana taeatro amatoriale di Lucca Mariaraffaella Lanzara Cuomo.

“La nostra estate è ricca di appuntamenti grazie al lavoro che abbiamo fatto con l’ufficio cultura che, nonostante i problemi dell’emergenza sanitaria, in poche settimane è stato in grado di dare vita a un calendario vario ed interessante – afferma l’assessore alla cultura Stefano Ragghianti – grazie alle associazioni e a tutti i soggetti locali produttori perchè questa vitalità e l’impegno hanno riportato sul nostro territorio tante occasioni di arricchimento, socialità e spensieratezza nel rispetto delle norme di sicurezza”.

“Il mondo dello spettacolo, anche quello amatoriale, finalmente torna ed esprimersi e a donare intrattenimento e divertimento dopo mesi cupi che hanno segnato le nostre coscienze – ha dichiarato Mariaraffaella Lanzara Cuomo presidente Fita Lucca – e un segnale positivo per la nostra comunità e per tutto il Paese”.

Un saluto è arrivato anche dal presidente della Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca Marcello Bertocchini che non ha potuto partecipare alla conferenza stampa per impegni di lavoro: “In questo momento così difficile è fondamentale che le attività culturali non si fermino, anzi, se possibile siano ancora più presenti sul territorio rispetto a prima. Mai come ora si è avvertito il bisogno vitale di cultura. Solo la cultura può salvarci dal crescente abbrutimento e queste iniziative sono preziose”.

Il programma delle serate è destinato a un pubblico trasversale, giovane e per famiglie: si va dal teatro in vernacolo agli spettacoli per burattini, l’operetta, all’omaggio a Gianni Rodari nel centenario dalla nascita, al teatro di attualità, poesia e musica napoletane, spettacoli comici, dilettanti allo sbaraglio e storia; ma ci sarà anche una serata (l’11 settembre) dedicata a una riflessione sul futuro del teatro e della cultura con tutti i protagonisti del territorio lucchese.

Tutti gli spettacoli (con inizio alle 21,15) sono gratuiti (con offerta volontaria) con prenotazione sul sito web www.teatronieri.it la manifestazione è stata realizzata con il sostegno del Comune di Lucca e della Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca.

Ecco il programma nel dettaglio

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.