Quantcast

Con la Butterfly cala il sipario sull’edizione numero 66 del Festival Puccini

Stagione da sold out. Alla soprano giapponese Shoko Okada il premio Michelangelo Cupisti

Con il nuovo allestimento di Manu Lalli della Madama Butterfly, un altro sold out di stagione, si chiude domani (21 agosto) l’edizione numero 66 del Festival Puccini al Gran Teatro di Torre del Lago.

Uno spettacolo che alla prima recita, complice una leggera brezza del Lago, è stato definito magico. Gli interpreti acclamati e salutati con vere e proprie ovazioni alla prima saranno di nuovo in scena guidati dalla puntuale e raffinata bacchetta di Enrico Calesso.

Nei panni della povera gheisa una vera giapponese, il soprano Shoko Okada; Pinkerton il tenore campano Raffaele Abete, mentre nel ruolo di Suzuki Annunziata Vestri. Alessandro Luongo sarà Sharpless. Completano il cast Goro Francesco Napoleoni, il principe Yamadori Luca Bruno Lo Zio Bonzo Davide Mura, Il commissario imperiale Luca Bruno, l’ufficiale del registro Alberto Petricca, Kate Pinkerton Anna Russo Il disegno luci è firmato da Valerio Alfieri. Il coro del Festival Puccini è diretto da Roberto Ardigò.

La rappresentazione di Madama Butterfly sarà fruibile in diretta streaing in tutto il mondo attraverso la piattaforma di Italia Festival realizzata con il supporto del ministero degli esteri attraverso la rete degli Istituti italiani di cultura.

Madama Butterfly sarà fruibile gratuitamente anche dal maxischermo di 7 metri per 5 in piazza Mazzini dove sarà allestita una platea di 190 posti a sedere. Lo spettacolo, in diretta dal Gran Teatro Puccini di Torre del Lago, inizia alle 21,15.

L’ingresso alla platea è possibile a partire dalle 20, con obbligo di indossare la mascherina. Tutti i presenti saranno registrati secondo i protocolli anti covid19.

Una diretta resa possibile grazie alla collaborazione di Noi Tv che trasmetterà l’opera in diretta anche in televisione.

Il premio Michelangelo Cupisti

Si arricchisce di un’altra preziosa gemma l’albo d’oro del premio intitolato a Michelangelo Cupisti. Sarà consegnato domani (21 agosto) alle 19 nel foyer del Gran Teatro Puccini di Torre del Lago al soprano Shoko Okada, acclamata interprete del ruolo di Cio Cio San in Madama Butterfly. Un vero e proprio debutto per il soprano giapponese già perfezionatasi in canto lirico e interpretazione pucciniana, con i corsi della Puccini Festival Academy.

Un ruolo impervio ed impegnativo quello di Cio Cio San che vede in scena il soprano praticamente per l’intera durata dello spettacolo e che Shoko Okada ha saputo rendere con una straordinaria drammaticità. Acclamata dal pubblico e definita dalla critica una Butterfly d’elezione sarà lei a ricevere il premio Cupisti nel corso della cerimonia in programma prima dell’ultima recita di Madama Butterfly, lo spettacolo firmato da Manu Lalli che ha entusiasmato pubblico e critica alla prima recita.

Il premio giunto alla sua ottava edizione è nato per volontà della famiglia Cupisti, in collaborazione con la Fondazione Festival Pucciniano con l’intento di promuovere e valorizzare giovani artisti dedicato alla memoria dell’artista Michelangelo Cupisti scomparso nel 2012. Michelangelo aveva fatto dell’arte figurativa la sua passione; nelle sue opere ha immortalato e ritratto Viareggio e la Versilia ma era anche tenore e appassionato del Festival Puccini di Torre del Lago.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.