All’Archivio di Stato in mostra le lettere al brigante Musolino

Appuntamento sabato 26 settembre solo su prenotazione per le giornate europee del patrimonio

Nel quadro delle manifestazioni per le Giornate europee del patrimonio 2020, l’Archivio di Stato di Lucca espone le cartoline e le lettere inedite che il brigante Giuseppe Musolino ricevette, in attesa della sentenza, durante la sua detenzione nel carcere di San Giorgio (da aprile a luglio 1902), provenienti dal fondo Procura della Repubblica.

Il processo fu per Lucca occasione di intensi festeggiamenti ed ebbe una risonanza mediatica nazionale ed estera. In aula per la prima volta si dette voce alla nascente scienza psichiatrica alla ricerca di nuovi metodi di indagine che spiegassero un caso, quello di Musolino, a cavallo tra crimine e giustizia sociale, follia e lucida premeditazione, ben presto trasformatosi in quel mito che ha accompagnato la sua figura fino ai giorni nostri.

La mostra sarà aperta al pubblico sabato 26 settembre dalle 15,30 alle 18,30, solo su prenotazione della visita guidata. Le visite guidate, gratuite e della durata di circa trenta minuti, si terranno alle 15,30, 16,30, 17,30.

Per prenotare la visita guidata telefonare al numero 0583.491465 dal lunedì al mercoledì (8-12), e al numero 0583.955909 il giovedì e il venerdì (8-12).

In ottemperanza alla normativa relativa all’emergenza sanitaria da Covid-19 l’ingresso è contingentato

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.