Fondazione Ragghianti, Caglioti parla di Matteo Civitali

Al via il primo appuntamento del ciclo "Dieci secoli di arte in San Martino"

Primo appuntamento, giovedì (24 settembre), per i cicli di conferenze dedicate all’arte promosse e ospitate dalla Fondazione Ragghianti con il sostegno della Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca. Alle 17, nella Sala conferenze Vincenzo da Massa Carrara, si terrà l’incontro dedicato a Matteo Civitali tenuto da Francesco Caglioti, professore ordinario di storia dell’arte medievale alla Scuola Normale Superiore di Pisa.

 

L’incontro, che fa parte del ciclo di conferenze Dieci secoli di arte in San Martino a cura di Annamaria Giusti, organizzato nell’ambito delle celebrazioni per i 950 anni della Cattedrale di Lucca, vedrà il professor Caglioti intervenire sulla personalità artistica di Matteo Civitali e sull’importanza che l’artista ebbe per la storia dell’arte di Lucca e particolarmente, come afferma Caglioti, per quella della sua cattedrale. “Nell’arco di circa un terzo di secolo, l’ultimo del Quattrocento, questo maestro universale del Rinascimento, scultore, pittore, architetto, lasciò in San Martino un segno così profondo da essere ben percepibile tuttora, malgrado le non poche mutazioni susseguitesi in Duomo fino al Novecento”.

A questo appuntamento faranno seguito due cicli di conferenze: I giovedì del restauro, a cura di Annamaria Ducci, che si terranno nel Mezzanino della Fondazione Ragghianti, e le Lectiones magistrales della Fondazione Ragghianti, ciclo di incontri a cura del direttore Paolo Bolpagni, nella sala conferenze Vincenzo da Massa Carrara del Complesso di San Micheletto.

 

La partecipazione agli incontri, a ingresso libero, sarà consentita fino all’esaurimento dei posti disponibili, limitati in base alle norme anti-contagio.

Per informazioni: info@fondazioneragghianti.it – tel. 0583 467205.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.