Film Festival, si consegna il premio alla carriera a Vintenberg

Il regista danese sarà protagonista di un doppio evento a Lucca

Sarà il regista danese Thomas Vinterberg, la star del cinema internazionale, ospite dell’ultima giornata del Lucca Film Festival e Europa Cinema, domani (4 ottobre), al cinema Centrale con un doppio appuntamento: alle 16,30 incontrerà il pubblico per una masterclass e alle 21,30 riceverà il premio alla carriera dell’edizione 2020 del festival e, a seguire, presenterà il suo film Festen-Festa di Famiglia, vincitore del premio della giuria al 51esimo Festival di Cannes.

Vinterberg ripercorrerà la sua carriera da regista, tra aneddoti, curiosità e futuro, alle 16,30, in una masterclass moderata dai giornalisti Andrea Giordano e Marco Luceri. Vinterberg è uno dei fondatori di Dogma 95, movimento cinematografico creato insieme a Lars von Trier, fondato su un decalogo di regole espresse in un manifesto programmatico pubblicato nel 1995. Il festival ha dedicato un omaggio al suo cinema proiettando i suoi film da regista: da Festen del 1998 a Riunione di famiglia del 2007 da Via dalla pazza folla del 2015 a Il sospetto del 2012 fino a La Comune del 2016.

Al Cinema Centrale gli appuntamenti della giornata inizieranno nel pomeriggio, alle 15 con la proiezione del cortometraggio fuori concorso Giuseppe Magi. A century long story of emigration and dreams, realizzato da Neon Film Production e da tre barghigiani Francesco Tomei (regia); Stefano Cosimini (montaggio e fotografia) e Simone Gonnelli (Cameramen e Assistente) prodotto dall’Istituto superiore di Barga con il patrocinio del Comune di Coreglia Antelminelli. Nel 1918, il giovane figurinaio Giuseppe Magi, nato nella Mediavalle del Serchio, è appena arrivato a Helsinki in Finlandia dopo avventurosi viaggi attraverso l’Europa. Esattamente cento anni dopo, un gruppo di studenti dalla Finlandia, Irlanda e Spagna visitano il Museo della Figurina di Gesso e dell’Emigrazione a Coreglia Antelminelli, poco distante dalla città in cui Giuseppe Magi nacque.

Segue la proiezione di Mr Wonderlad documentario di Valerio Ciriaci sulla straordinaria storia di Sylvester Z. Poli emigrato negli anni 20, da Lucca in America, il più grande proprietario di sale cinematografiche del suo tempo, introdotto dallo scrittore e professore universitario Luca Peretti. Alle 18.00 è in programma la proiezione de Il Marchese del Grillo di Mario Monicelli, girato in parte a Palazzo Pfanner a Lucca.

Tra gli eventi collaterali del festival, in collaborazione con Lucca Comics & Games, alle 17,30 a Palazzo Pfanner la presentazione del libro “S’è svejatooo! Ricciotto racconta ‘Il marchese del Grillo’ di Giorgio Gobbi (edito da Bibliotheka Edizioni, con prefazione di Max Tortora).

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.