Lucca ricorda Pier Paolo Pierucci a due anni dalla morte

Un'associazione cataloga le opere del pittore: raccolti già oltre mille dipinti

Due anni fa, l’8 di ottobre, moriva a Lucca Pier Paolo Pierucci conosciuto come eclettico pittore e poeta. Un artista che dipingeva e scriveva instancabilmente. Si poteva incontrare nel centro di Lucca intento a riprendere uno scorcio della città con colori e cavalletto oppure sulle mura con dei blocchi di carta da acquarello sottobraccio.

A Borgo Giannotti, dove ha abitato per diverso tempo, frequentava i locali scambiando battute e profondi pensieri con i clienti. I suoi quadri hanno la capacità, con il loro cromatismo sregolato e furioso, di trasmettere intense emozioni a chi ha l’occasione di guardarli. Le poesie, purtroppo meno conosciute, scavano in una parte dell’anima che tutti noi, spesso, lasciamo dimenticata.

Per non perdere la memoria di Pier Paolo Pierucci, e per documentarne l’opera, è sorta una associazione, che porta il suo nome. L’associazione Pier Paolo Pierucci ha attivato un sito (www.associazionepierpaolopierucci.it) dove, chi possiede quadri o altre opere di Pier Paolo, può registrarli, renderli visibili a tutti gli iscritti permettendo, così, una giusta valorizzazione della sua attività. A oggi sono state raccolti già quasi mille dipinti.

Sono in fase di riprogrammazione altri eventi, rinviati per la situazione sanitaria.  Una cosa è sicura: nessuno dimenticherà Pier Paolo Pierucci.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.