Al via il festival della musica contemporanea firmato Cluster

Per l'edizione 2020 sei appuntamenti incentrati sulla presentazione di nuovi libri e cd

Sei appuntamenti, artisti d’eccezione e tanti nuovi cd e libri di carattere musicale. Al via sabato (10 ottobre) nei locali di LuccaLibri il Cluster music festival, l’evento organizzato dall’associazione di musica contemporanea Cluster col sostegno della Fondazione Banca Del Monte di Lucca che ormai da tempo riesce a portare un pezzetto di Lucca nel mondo ma anche un po’ di mondo nella nostra città.

Alla presentazione degli eventi che si è tenuta questa mattina (8 ottobre) erano presenti il presidente dell’associazione Cluster, Francesco Cipriano, Silvia Del Carlo, membro del Consiglio di amministrazione della Fondazione Bml e Renzo Cresti, direttore artistico del festival.

Tutti gli appuntamenti saranno incentrati sulla presentazione di nuovi libri e cd, con stimolanti incontri con gli autori e strumentalisti che faranno ascoltare al pubblico alcuni brani estratti dagli album.

“La fondazione Bml – ha commentato Silvia Del Carlo – sostiene Cluster da sempre dando spazio a giovani e meno giovani compositori. Quello degli spettacoli purtroppo è stato uno dei settori maggiormente colpiti in questi mesi di chiusure, mi auguro che il festival abbia il successo che merita e che la musica riesca ad avvicinare in questo tempo fatto di distanze”.

“Non credevamo di fare così tanto successo – ha proseguito il presidente Cipriani – invece il festival ci è come esploso nelle mani: tantissimi nuovi compositori, nuove opere, addirittura abbiamo dovuto stoppare le iscrizioni per il troppo numero di persone. Non è da tutti portare in scena opere nuove, dando vita a decine e decine di concerti con artisti locali e internazionali. Senza la Fondazione Bml non saremmo mai potuti arrivare a questo, adesso ci auguriamo che finalmente Lucca e Torre del Lago riescano finalmente a legarsi nel nome del maestro Giacomo Puccini”.

L’appuntamento speciale del 5 dicembre infatti sarà dedicato al maestro con la partecipazione del noto compositore e direttore artistico del festival Pucciniano, Giorgio Battistelli.

“Un grazie speciale a LuccaLibri che da sempre ospita i nostri eventi – ha aggiunto Renzo Cresti – Oltre alle nuove opere e la scoperta di nuovi talenti ciò che ha di bello il festival è che riesce sempre a coinvolgere tante realtà del nostro territorio. Tante discipline diverse che trovano nella musica il loro filo rosso”.

Con il festival collaborerà anche la casa discografica Ema Vinci Records, la più nota ad occuparsi di musica contemporanea. Grazie alla Ema Vinci tutti gli eventi saranno in diretta su YouTube e sul profilo Facebook di Cluster.

Il programma nel dettaglio

Sabato 10 verrà presentato il nuovo libro di Salvatore Lombardi, direttore della rivista per flauto FaLaUt, dal titolo La scuola del flauto traverso. Partecipa anche la scuola di flauto di Filippo Rogai dell’Istituto musicale Luigi Boccherini.

Domenica 11, sempre alle 17, ci sarà nell’ oratorio di San Giuseppe (Museo del Duomo) una simpatica kermesse con la presentazione di nuovi cd dei compositori italiani Landini, Simoni, Cimino, Capurso, Bombardelli che saranno tutti presenti. Introduce Renzo Cresti.

Sabato 17, alle 17, nell’ oratorio di San Giuseppe verrà presentato il nuovo cd Au jeu des éphémères, inciso al pianoforte da Ilaria Baldaccini, contenente brani in prima assoluta di compositori italiani. La stessa Baldaccini eseguirà gran parte di questi brani.

Domenica 18, nel teatrino della scuola di Danza Fuoricentro (via Nottolini, 43) presentazione alle 17 del nuovo cd Mirrors inciso dal duo per chitarra Atzori-Brunini con l’esecuzione di tutti i brani appartenenti a compositori italiani (alcuni di questi sono soci della Cluster).

Sabato 24, sempre alle 17 (oratorio San Giuseppe) presentazione del nuovo cd di Paolo Carlini Fatals Fagott. Anche in questo caso ci sarà l’esecuzione di un estratto del cd da parte del famoso fagottista.

Chiusura del Festival domenica 25 ottobre nel Teatrino della scuola danza Fuoricentro con la presentazione del nuovo cd Un saluto alle Nuvole dell’Ensemble Oteme di Stefano Giannotti.

L’opera – come ha spiegato in sede di conferenza stampa l’artista – è nata nel 2012 con un breve docufilm girato in una struttura sanitaria dedicata a malati terminali, con diverse interviste al personale sanitario. Grazio al bando della Tenuta dello Scompiglio di Guamo dello scorso anno, dedicato appunto al tema della morte, l’artista ha voluto “aggiornare” il suo lavoro aggiungendo musiche da camera e testi musicali ripresi dalle testimonianze degli operatori. Un lavoro unico ed emozionante che sarà presentato in esclusiva per Cluster. 

Tutti i concerti sono a ingresso libero fino a esaurimento posti, disposti in sicurezza secondo le normative Covid 19.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.