Lucca capitale dei libri con Carta d’epoca

La manifestazione torna nel chiostro dell'Agorà

Sabato 17 e domenica (18 ottobre) si rinnova come ogni anno il tradizionale appuntamento autunnale con Carta d’Epoca la mostra mercato del libro e della stampa antichi, voluta dal Comune di Lucca e giunta alla 13esima edizione. L’iniziativa, storicamente organizzata in concomitanza con il mercato antiquario, si tiene nella suggestiva cornice del chiostro e degli spazi del Centro Culturale Agorà, in piazza dei Servi.

“Un’occasione unica per conoscere dal vivo un mondo di cultura e d’arte fatto di rilegature, immagini, incisioni, mappe geografiche di terre e paesi perduti, profumo di carte e di volumi, cimeli, storie e personaggi che ci fanno viaggiare istantaneamente nel tempo e nello spazio – dichiara l’assessore allo sviluppo economico Chiara Martini –  Oltre all’evento a fianco del Mercato Antiquario, Carta d’Epoca rappresenta una vera e propria operazione culturale sostenuta con convinzione da 13 anni dal Comune di Lucca per far conoscere nell’era dell’elettronica, le fondamenta delle nostra civiltà che per secoli si è tramandata attraverso la carta, un prodotto che vede ancora oggi il nostro territorio primeggiare nel mondo con la produzione cartaria e la cartotecnica”.

Una edizione, questa del 2020, che si svolge ovviamente in un momento molto particolare, ma che vuole rappresentare anche un segnale di speranza e di fiducia per il futuro. Senza naturalmente dimenticare nessuna delle misure di prevenzione obbligatorie e necessarie in queste circostanze, il trecentesco complesso del Convento dei Padri Serviti, in pieno centro storico di Lucca, è in grado di offrire non solo un’ambientazione suggestiva, ma anche ragionevolmente sicura, dato che gli spazi espositivi sono ricavati nello splendido chiostro, dunque all’aperto ma ben protetti, ed in grado di garantire in ogni circostanza il pieno rispetto delle distanze di sicurezza.

Gli espositori che hanno aderito alla edizione 2020 sono 26, provenienti dalla Campania, dall’Umbria, dal Lazio, dalla Toscana, dal Piemonte, dalla Liguria e dalla Lombardia, e in grado dunque di presentare un articolato panorama di rarità bibliografiche.  Fra le proposte che le qualificate librerie antiquarie aderenti presenteranno a Lucca sono da segnalare una lettera autografa del generale Lafayette scritta nel 1826, in cui si dà conto della fuga dal carcere del capitano Bachi, condannato a morte dopo i moti del 1821, un importante reperto del Risorgimento d’Italia messo in mostra dalla Libreria Maciocco di Genova.

Una prima edizione delle Descrizioni delle Feste fatte in Firenze per la canonizzazione di S. Andrea Corsini, non comune opera dell’Accademico della Crusca Benedetto Buonmattei stampata a Firenze nel 1632 ed arricchita di 20 incisioni all’acquaforte del celebre Stefano Della Bella, sarà presentata dalla Galleria Frati di Roma.

Di forte impatto visivo la Nova Designatio Insulæ Jamaicæ ex Antillanis Americæ Septentrion, bellissima carta geografica settecentesca dell’Isola di Giamaica incisa da Matteo Setter, colorata a mano, proposta dalla Libreria Old Times di Perugia.

Le esotiche e inconfondibili stampe giapponesi ottocentesche saranno esposte dalla galleria Ai Tre Torchi di Torino. Fra di esse spiccano una xilografia di Ichiryusai Hiroshige, raffigurante il fiume Yebagi, ed una di Tsukiyoka Yoshitoshi riferita all’epopea di un antico guerriero giapponese, portata poi sul grande schermo dal maestro Akira Kurosawa.

E per non dimenticare il nostro territorio lo studio bibliografico Pera di Lucca propone una selezione di lettere e fotografie inedite, di grande sapore, del maestro Giacomo Puccini.

La mostra si svolgerà ad ingresso gratuito con orario 10-19 per sabato 17 ottobre e 9-12 per domenica 18. Questo l’elenco delle librerie antiquarie partecipanti: Ai Tre Torchi (Torino),  Arca dei Libri (Arezzo), Libri Senza Data (Milano), Botteghina d’Arte Galleria Kupros (Rosignano Solvay – Livorno), Studio Bibliografico Pera (Lucca), Le Stampe (Reggello – Firenze), Francesco Maria Mazza (Roma), Filippo Franchi (Firenze), Veronica Azzurri (Pistoia), Galleria Aquafortis – ADC (Firenze),  Cristian Mancin (Pavia), Galleria Frati (Roma), Il Rivendugliolo (Lucca), Galleria d’Arte Perera (Roma), Gabriele Venturini (Roma), Libreria Old Times (Perugia), Libreria  Sacchi (Firenze), Carpe Diem (Pisa), Daris Libri e Stampe (Lucca) Libreria Antiquaria Scripta Manent (Albenga),Libreria Fortebraccio (Firenze), Inchiostro e Vinile (Carrara), Danilo Maciocco (Genova), Libreria Historia, Regnum et Nobilia (Battipaglia – Salerno), Galleria Outarte (Firenze), Studio Bibliografico Michelotti (Massa e Cozzile –  Pistoia).

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.