Lucca Crea e Fondazione Collodi insieme per formare i nuovi autori per ragazzi

Una settimana di formazione on line per 11 talenti della scrittura. Il migliore pubblicherà con Book on a Tree

Una missione precisa: trovare, fra tanti aspiranti autori per l’infanzia, il nuovo Carlo Collodi. Per farlo è partita per il terzo anno consecutivo A caccia di storie, residenza artistica per autori di narrativa per bambini e ragazzi, organizzato da Lucca Crea Srl (la società che organizza Lucca Comics & Games e altre manifestazioni), Fondazione Nazionale Carlo Collodi e Book on a Tree, con la collaborazione de Il Battello a Vapore.

Lucca Crea mira da sempre a valorizzare la creatività ricercando nuovi talenti e creando opportunità altamente professionalizzanti per gli aspiranti “creativi”. Anche quest’anno A caccia di storie, prevede una serie di laboratori, lezioni frontali e masterclass per imparare a sviluppare progetti editoriali per ragazzi, ed eccezionalmente si svolgerà completamente on line, seguendo le normative anti diffusione del Covid-19.

Quest’anno il progetto si arricchisce di una borsa di studio dedicata a Miriam Dubini (scrittrice, drammaturga e attrice teatrale italianascomparsa nel 2018), messa a disposizione dell’associazione Amref Health Africa che ha selezionato uno dei partecipanti per il particolare respiro sociale della proposta narrativa.

A salutare gli aspiranti autori, intervenendo con un collegamento da remoto, Pierfrancesco Bernacchi, presidente della fondazione nazionale Collodi; Emanuele Vietina, direttore generale di Lucca Crea srl e Pierdomenico Baccalario, autore e fondatore dell’agenzia di storytelling Book on a Tree hanno voluto incoraggiare i partecipanti all’iniziativa.

“Prosegue con successo la collaborazione con Lucca Comics & Games – ha sottolineato Pier Francesco Bernacchi, presidente della fondazione nazionale Carlo Collodi – e chissà che questi giovani non trovino qualche spunto dalle tante avventure di Pinocchio, che partendo da Collodi, oggi ha davvero conquistato il mondo, diventando un vero punto di riferimento per la narrazione, e non solo, a livello internazionale. Basti pensare che la Fondazione Collodi attraverso Le Avventure di Pinocchio è promotrice, per esempio, della Via Europea della Fiaba per una rete che creerà percorsi e legami tra città e nazioni, uniti attraverso i personaggi della letteratura. Il successo delle Avventure di Pinocchio ha inserito Carlo Collodi nel ristretto elenco degli autori italiani ai quali è dedicata l’edizione nazionale critica delle opere e quest’anno presenteremo il quinto volume dei 14 dedicati allo scrittore. Pinocchio ha ispirato altri scrittori, registi, artisti. Il prossimo anno saremo a Los Angeles con una mostra dedicata a Pinocchio di Carlo Collodi allo Iamla, museo italo-americano della città”.

Salutando gli aspiranti scrittori Emanuele Vietina, direttore Generale Lucca Crea srl ha dato loro un piccolo suggerimento: “Per trovare idee per la scrittura potete esercitarvi con giochi di ruolo, video giochi e giochi da tavolo. Oltre alla funzione educativa e sociale, queste attività sanno anche essere una palestra naturale per la creatività, animando la vostra fantasia e fornendo spunti da poter trasportare nella narrativa”.

“L’invenzione del moto perpetuo (che nel film di Junet fa il giovanissimo Pivet) non è una chimera. Basta definire cosa sia il moto perpetuo: sono le storie, chi le inventa e chi le trasmette, a partire da quelle per i più giovani”. Esordisce così Pierdomenico Baccalario, fondatore di Book on a Tree: “Non c’è bruttura al mondo capace di fermarle, pandemia o muro capace di fermarle (in mezzo a quello di Berlino, per raccontarne una, visse felice per 28 anni una comunità di conigli, a cui quella zona della morte non era mai sembrata tanto bella). Così è per la residenza artistica A Caccia di Storie: non si ferma l’eredità di Collodi, non si arrendono a formare 12 nuovi narratrice e narratori per ragazzi né Lucca Crea né i ragazzacci di Book on a Tree. Che sia una residenza fisica o virtuale, da queste usciranno comunque nuove storie, nuovi autori, e ci saranno nuove connessioni che un giorno magari, faranno dire a qualche giovane lettore: ma cosa è successo, davvero, in questo 2020?”

I partecipanti alla formazione sono undici nuovi giovani talenti della scrittura per ragazzi, selezionati fra coloro che hanno risposto al bando, da tutta Italia, che avranno l’opportunità di apprendere tecniche di storytelling, editoria, sceneggiatura, ghostwriting, foreign rights e molto altro, con docenti professionisti del mondo della narrazione, come Pierdomenico Baccalario, Lorenzo Rulfo, Davide Morosinotto, Lucia Vaccarino, Manlio Castagna, Barbara Gozzi, Marco Ponti, Rosamaria Pavan, Alessandro Gatti, Jacopo Olivieri.

Tra i talenti selezionati, il vincitore dell’iniziativa riceverà un contratto di edizione da parte di Book on a Tree per essere poi pubblicato da Il Battello a Vapore, storica casa editrice di libri per ragazzi. Il primo anno è stata premiata Carlotta Cubeddu con il romanzo Perdenti con le ali (in libreria da marzo 2019). Giada Pavesi che questa primavera ha pubblicato MySelf è la speciale tutor degli aspiranti scrittori: Leonora Sartori, Michela Lazzaroni, Elisa Capanni, Alessandro Telesca, Beatrice Sesino, Simone Cemmi, Laerte Neri, Matteo Francini, Cassandra Albani, Valeria Cavallini, Lorenzo Trenti.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.