Cambiamenti climatici e sostenibilità, Fondazione Campus rilancia il progetto ‘Economia di tutti’

Se ne è parlato al webinar conclusivo della settimana di lavori promossa dal Club Unesco Italia

Il cambiamento climatico, la complessità dei fenomeni in atto in ambito economico e sociale, gli effetti che si potranno osservare nel prossimo futuro e le buone pratiche da adottare per un impatto quanto più sostenibile. Questi gli argomenti al centro del convegno I diversi volti del cambiamento climatico, il webinar con cui si è conclusa la seconda giornata della Settimana di educazione alla sostenibilità 2020 promossa dal Club Unesco Italia per lanciare iniziative e percorsi di ricerca per l’anno scolastico e accademico 2021.

L’incontro online è stato moderato da Marco Raugi, prorettore al trasferimento tecnologico e delegato per la sostenibilità dell’università di Pisa, e vi hanno partecipato Giacomo Lorenzini, direttore del Centro interdipartimentale di ricerca sugli effetti dei cambiamenti climatici dell’università di Pisa, Tommazo Luzzati, professore associato di economia ecologica all’Università di Pisa,  Leonardo Tognotti, direttore del dipartimento di ingegneria civile e industriale dell’università di Pisa ed Enrica Lemmi, professore ordinario di geografia all’università di Pisa e presidente dei corsi di laurea in scienze del turismo alla Fondazione Campus Lucca. Nel corso della tavola rotonda si è cercato di rispondere al tema di questa edizione: La salute del pianeta e la nostra salute: cosa dobbiamo fare davanti ai cambiamenti climatici e alla pandemia?.

“L’emergenza sanitaria in corso – ha detto Enrica Lemmi nel suo intervento – ha mostrato quanto sia fragile il modello di sviluppo attuale, basato sul consumo indiscriminato di risorse. Proprio per favorire sistemi economici alternativi e più sostenibili, come ente di formazione stiamo lavorando al progetto Economia di Tutti, un percorso culturale e formativo lanciato lo scorso giungo assieme a Comune di Lucca, Progetto Policoro, arcidiocesi di Lucca, Banca del Monte di Lucca in collaborazione con il Festival economia e spiritualità e con il sostegno della Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca”.

“Il nostro impegno – ha continuato Lemmi – è quello di sensibilizzare i giovani sulle tematiche dell’economia civile e della sostenibilità; ma non solo: abbiamo anche lanciato una winter school per formare i futuri attori economici; infine li aiuteremo ad avviare una vera e propria realtà imprenditoriale inclusiva e sostenibile, che consenta di sviluppare in chiave innovativa idee e opportunità di crescita sociale ed economica. Un progetto ambizioso, che può contare sull’impegno di università, istituzioni locali, enti associativi, imprese e professionisti”.

All’incontro, che si è chiuso con le considerazioni di monsignor Paolo Giulietti, arcivescovo di Lucca, farà seguito il coinvolgimento diretto degli studenti delle scuole superiori, degli universitari, dei dottorandi e della popolazione che saranno chiamati a rispondere ad un questionario curato dalla Provincia di Lucca. La città di Lucca, a seguito del riconoscimento nella prestigiosa lista delle Learning Cities Unesco, è infatti chiamata in prima linea a portare avanti una politica educativo-formativa orientata a diffondere saperi, sensibilità e abilità, promuovere valori, formare competenze e incoraggiare l’assunzione di comportamenti virtuosi.

Il sondaggio diffuso sarà quindi la base di partenza per comprendere a che punto è la nostra comunità nell’ambito dell’obiettivo 4 e 11 dell’Agenda 2030, da cui si potranno orientare linee programmatiche di intervento.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.