Quantcast

Biblioteca statale, Bolpagni (Fondazione Ragghianti): “Alle rassicurazioni del Mibact seguano i fatti”

L'intervento del direttore: "Bene lo sforzo corale della città per farsi sentire nelle sedi opportune"

In merito alla paventata e al momento scongiurata prossima chiusura della biblioteca statale di Lucca, si è espresso anche il direttore della Fondazione Ragghianti, Paolo Bolpagni: “Già da tempo, anche tramite i racconti della direttrice, l’amica Monica Maria Angeli, ero al corrente delle gravi difficoltà e carenze d’organico della biblioteca statale di Lucca, una realtà culturale che conserva beni preziosissimi e che offre un insostituibile servizio agli studiosi, agli studenti e a tutta la cittadinanza”.

“Qualche giorno fa – prosegue Bolpagni – appresa la notizia della prossima chiusura di questa importantissima istituzione, sono stato assalito da un misto di sconforto e di rabbia. Ho immediatamente sottoscritto la lodevole petizione promossa dall’associazione Amici del Machiavelli ed espresso alla collega Angeli tutta la mia solidarietà, personale e istituzionale, nonché la disponibilità a compiere ogni azione che, per quanto nelle mie facoltà, potesse essere utile per scongiurare la chiusura della nostra biblioteca statale. Occorreva uno sforzo corale della città, per farsi sentire con forza nelle sedi opportune, e mi pare che ci sia stata”.

“Ho letto di privati che, con grande generosità, hanno offerto un sostegno anche economico – prosegue la nota – ma è anzitutto lo Stato a dover rispondere in maniera veloce e concreta. Una biblioteca – e parlo anche da direttore di una Fondazione che ne gestisce una, specializzata in storia dell’arte, che conta oltre ottantamila volumi – non è un lusso, bensì una necessità vitale, una priorità, sempre e comunque. Ieri ho saputo di un diretto e deciso intervento promesso dal Mibact. Mi auguro vivamente che esso avvenga in tempi rapidi, e che alle rassicurazioni e promesse seguano i fatti“.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.