Giorno della Memoria, doppio incontro virtuale ricordando Primo Levi

Sulla pagina Facebook del Comune di Barga gli approfondimenti di Caterina Frustagli e Renzo Paternoster

I giudici siete voi: dalla testimonianza di Primo Levi al campo di concentramento.

In occasione del Giorno della Memoria il Comune di Lucca, il Comune di Barga, l’Associazione toscana volontari della libertà, Anpi Barga in collaborazione con Tralerighe libri, presentano un incontro con Caterina Frustagli e Renzo Paternoster. Dopo i saluti dell’assessora alla memoria del Comune di Lucca Ilaria Vietina, della sindaca di Barga Caterina Campani e della presidente di Atvl Simonetta Simonetti, lo storico Andrea Giannasi introdurrà il tema dell’incontro ponendo poi domande ai due studiosi che si sono occupati di Levi e del mondo concentrazionario.

Caterina Frustagli autrice del saggio Primo Levi davanti all’assurdo. Dire l’indicibile e studiosa del pensiero e della scrittura dell’autore piemontese, analizza il laboratorio del chimico, del testimone, dello scrittore, che con ustionante pacatezza ci richiama, di fronte ai crimini commessi, al nostro ruolo di giudici. Nostro dunque il ruolo di riflettere sul contagio del male, affinando le capacità utili ad allontanarci dalle zone oscure, dalle ideologie razziste e disumane. La Frustagli aiuta ad entrare nella logica dell’annientamento, della privazione dell’identità, operata dai nazisti dal 1933 al 1945.

Renzo Paternoster autore dei saggi La politica dell’esclusione. Deportazione e campi di concentramento e del saggio La politica del male ricostruisce la genesi dei campi, le differenze, la lotta politica tesa a creare una ideologia dello sterminio. Dunque i campi per i civili dominano la storia del Novecento assumendo il ruolo di luogo deformante e disumano.

L’evento andrà in diretta per le scuole mercoledì (27 gennaio) alle 11 sul canale social istituzionale del Comune di Barga.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.