Un’opera di Cartasia per la copertina della nuova applicazione Apple News+ foto

Hoodie, la statua realizzata da Michael Stutz per l'edizione 2016, è in esposizione permanente sotto il baluardo San Paolino

Cartasia-Lucca Biennale conquista Apple con una delle sue opere, Hoodie, la statua realizzata da Michael Stutz per Cartasia 2016 e ora in esposizione permanente sotto il baluardo San Paolino, lungo la sortita che collega il centro storico con il parcheggio Carducci.

In particolare, la multinazionale più famosa del mondo utilizzerà Hoodie, un busto di uomo che indossa una felpa con cappuccio (“hoodie” in inglese, appunto), per lanciare Apple News+, servizio in abbonamento che punta a fornire agli utenti contenuti di qualità come magazine, articoli, giornali e molto altro. Il progetto di Stutz era stato ispirato dal tema di Cartasia 2016, Confini e prospettive, e il suo uomo incappucciato rappresenta tanto i ragazzi delle periferie più disagiate degli Stati Uniti, dove l’artista vive, quanto le difficoltà che i migranti che arrivano in Europa incontrano lungo la strada dell’integrazione.

Apple News+ non è ancora disponibile in Italia, ma è già molto diffuso negli Stati Uniti e in Canada. I milioni di utenti che si affidano a questo servizio rappresentano senza dubbio una grande vetrina per l’opera di Stutz e per Lucca Biennale, che negli anni si è affermata come il più grande evento al mondo sulla paper art e che grazie alla rete di collaborazioni internazionali che ha saputo tessere è divenuta un punto di riferimento per il settore, dall’Europa all’Asia al Nord America, come conferma l’interesse del gigante della tecnologia nato in California.

Cartasia-Lucca Biennale tornerà nell’estate del 2021, con le sue mostre indoor e con la grande esposizioni di statue monumentali all’aperto, ad abbellire e richiamare migliaia di visitatori nel centro storico di Lucca. 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.