‘Le parole per non dimenticare’, premiati gli studenti del contest all’Isi Machiavelli foto

L'orrore della Shoah nelle parole degli studenti: organizzatori soddisfatti per la qualità dei lavori

Questa mattina (20 febbraio) all’Isi Machiavelli di Lucca, alla presenza del provveditore dell’Ufficio scolastico  Donatella Buonriposi, si è conclusa con la premiazione degli studenti più meritevoli l’iniziativa Le parole per non dimenticare promossa dalla Commissione per l’educazione alla pace, alla legalità ed alla cittadinanza responsabile dell’istituto il 27 gennaio scorso in occasione della Giornata della memoria.

Oltre 200 sono stati gli studenti delle tre scuole che hanno partecipato al concorso con testi scritti, elaborati digitali, video-testimonianze e documentari.

È stato veramente complesso per la commissione e per la dirigente scolastica, Maria Cristina Pettorini, stilare una graduatoria di merito, perché tutti i lavori degli studenti rispettavano la traccia e i requisiti per poter dare il contributo ad una giornata così significativa. Ma soprattutto tutti gli elaborati degli studenti sia cartacei che digitali sono stati caratterizzati da una vigorosa e autentica componente emotiva.

La straordinarietà del percorso didattico iniziato al ritorno delle vacanze natalizie è stata la valorizzazione del legame generazionale tra studenti e nonni soprattutto, e del legame con il territorio il quale ha permesso di portare alla luce storie che hanno narrato l’orrore della Shoah.

L’iniziativa è stata divisa in due sezioni, la prima dedicata ai lavori del gruppo-classe, la seconda ai lavori individuali. Molto apprezzati dalla commissione sono stati i video-testimonianza che sono stati realizzati grazie alla collaborazione dei nonni, voci-narranti di diversi elaborati digitali e fonti preziosissime perché hanno donato foto, lettere e soprattutto tempo ed amore. I lavori individuali hanno visto come protagonisti gli studenti del triennio delle tre scuole.

Con unanime consenso la commissione ha segnalato in particolare il lavoro originale e creativo dell’alunno Federico del Libano, autore del testo Il caporale di cui ha scritto anche la musica.

Un ringraziamento particolare va a coloro che hanno recepito e sostenuto concretamente l’iniziativa a partire dalla presidenza della Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca, Bocci Carta, Buffetti Linea Contabile e Che Banca.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.