Lavoratori dello spettacolo in piazza per riaprire i luoghi della cultura fotogallery

Sbarcata anche a Lucca l'iniziativa nazionale "Facciamo luce sul teatro!", promossa da Unita

Luci accese e porte, virtualmente, aperte per il teatro del Giglio questa sera. I lavoratori dello spettacolo hanno aderito così, stasera (22 febbraio) all’iniziativa nazionale Facciamo luce sul teatro!, promossa da Unita (Unione nazionale interpreti teatro e audiovisivo). Un’azione simbolica per spingere la politica a fare in modo che i teatri possano tornare al più presto a essere elementi essenziali della vita della comunità, luoghi d’incontro, riflessione e scambio d’idee.

Alla presenza di attori, artisti, dipendenti del teatro, dell’assessore alla cultura del Comune di Lucca, Stefano Ragghianti, del direttore artistico Aldo Tarabella e di alcuni semplici cittadini, garantendo le norme anticontagio, tutte le luci del Teatro del Giglio sono rimaste accese, e sulle bacheche che hanno sempre ospitato i manifesti degli spettacoli in cartellone sono stati affissi manifesti bianchi sui quali chi ha voluto ha poturo lasciare un pensiero, condividere un desiderio, un sogno, una speranza.

Fra le esibizioni anche quelle della scuola di danza Maria Letizia Torrini, con un flash mob felle allieve.

Domani i lavoratori dello spettacolo, sempre con lo stesso obiettivo, saranno in presidio a Firenze a dar voce alle loro ragioni.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.