Quantcast

Gig economy, al via il primo appuntamento sui nuovi modelli di lavoro per i giovani

L'incontro si terrà in diretta dall'ostello La Salana giovedì (22 aprile) alle 18 e potrà essere seguito sul canale YouTube del Comune di Capannori

Una riflessione sul nuovo modello economico basato sul lavoro a chiamata o occasionale che riguarda soprattutto i giovani. E’ questo il tema dell’incontro in programma giovedì (22 aprile) alle 18, il primo dell’iniziativa La chiamavano Gig Economy.

Un programma promosso dal Comune di Capannori, nell’ambito del progetto Erasmus + Entering the Gig Economy di cui è partner insieme ad altre realtà europee in collaborazione con Formetica e Progetto policoro Lucca per avviare una riflessione sul nuovo modello economico basato sui cosiddetti ‘lavoretti’ e diverso dal modello tradizionale, di prestazioni lavorative stabili e continuative, con maggiori garanzie contrattuali.

L’incontro di apertura si svolgerà in diretta dall’ostello La Salana e potrà essere seguito sul canale You Tube del Comune con la possibilità di intervenire e fare domande. Ad introdurre Il lavoro nella Gig Economy: giovani e competenze sarà il vice sindaco Matteo Francesco che darà così il via all’iniziativa volta all’ascolto della voce dei giovani su un tema attuale e complesso come la Gig economy. Manuele Ulivieri, psicologo del lavoro e partner di LaborPlay condurrà l’incontro che prevede anche la testimonianza di un giovane ‘gigger’ Nicola Vannucchi, meglio conosciuto come ‘Quello dei Video’, content creator, che racconterà la sua originale esperienza. Per iscriversi all’evento e ricevere i materiali informativi è necessario compilare il seguente form:forms.gle/P8wWrwf3E4PUmScN9.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.