Quantcast

Boccherini Open, flauto e pianoforte protagonisti con Luciano Tristaino e Gabriella Dolfi

Il concerto è aperto al pubblico ed è a ingresso gratuito, necessaria la prenotazione

Ancora grandi interpreti per la stagione Boccherini Open. Domenica (9 maggio) alle 18, a salire sul palco dell’auditorium di piazza del Suffragio sarà il duo composto dal flautista Luigi Tristaino e dalla pianista Gabriella Dolfi, con un programma tutto dedicato alla musica del Novecento.

Il concerto è aperto al pubblico ed è a ingresso gratuito. Nel rispetto delle regole anti-Covid, la capienza dell’auditorium è ridotta ed è necessaria la prenotazione, da effettuare attraverso il sito www.eventibrite.it (questo il link diretto https://bit.ly/3vFoi5I). Per chi preferisse seguire il concerto da casa, rimane la possibilità di collegarsi al canale YouTube ufficiale dell’istituto (https://bit.ly/3dp90L0) per la diretta streaming.

Il programma è un viaggio che si snoda nel secolo scorso attraverso composizioni scritte appositamente per flauto traverso e pianoforte da ben noti compositori contemporanei. Del pianista, musicologo e compositore italiano Alessandro Longo verrà eseguita la Suite Op. 68 per flauto e pianoforte. A seguire, la Sonatina per flauto e pianoforte dell’americano Eldin Burton, un’opera in tre movimenti con un approccio conservatore, ma unico, alla melodia, all’armonia e al ritmo. Dagli Stati Uniti alla Georgia con la Sonata in Do maggiore per flauto e pianoforte di Otar Taktakishvili, per concludere poi con il compositore inglese John Francis Barnett e la sua Grand Sonata Op. 41 per flauto e pianoforte, un brano passionale e divertente, spesso paragonato per stile a pagine di Mendelssohn.

Luciano Tristaino si è formato musicalmente con Mario Ancillotti, con il quale si è diplomato al conservatorio F. Morlacchi e in Svizzera (Conservatorio di Lugano), dove ha conseguito il diploma di solista. Ha poi seguito le lezioni di Paul Meisen a Monaco di Baviera e di Rien de Reede al Koniklijk Conservatorium di Den Haag (Olanda), dove si è diplomato nel 1996. Svolge attività solistica e cameristica ed è presente in festival e stagioni concertistiche sia in Italia che all’estero. Il suo interesse per la musica contemporanea ha spinto molti compositori a scrivere e dedicargli i propri brani. È titolare della cattedra di flauto presso l’Issm R. Franci di Siena.

Gabriella Dolfi ha iniziato a studiare pianoforte giovanissima con Lydia Rocchetti e Franco Rossi al Conservatorio Luigi Cherubini di Firenze, dove ha conseguito il diploma. Ha svolto studi di perfezionamento all’Accademia musicale di Ginevra, vincendo nel 1987 il Premier Prix de Virtuosité. Dopo il suo esordio al Piccolo Teatro Regio di Torino, si è dedicata ad un’intensa attività concertistica da solista. Artista versatile ed attenta alla musica contemporanea, ha inciso recentemente i Drei geometrische Etuden di Antonio Anichini. È titolare di una delle cattedre di pianoforte all’Issm L. Boccherini di Lucca.

 

 

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.