Quantcast

Tra letteratura e storia, a Bologna un convegno dedicato a Mario Tobino

Sarà possibile seguire l'evento in diretta a partire dalle 9,30 di venerdì (14 maggio) sulla pagina Facebook della Fondazione Mario Tobino

Una giornata di studi dedicata a Mario Tobino. E’ questa l’iniziativa messa in atto dal dipartimento di filologia classica e italianistica in collaborazione con il Centro di Medical humanities dell’Università di Bologna, la Società medico chirurgica e la Fondazione Mario Tobino per riportare all’attenzione critica l’opera del medico-scrittore attraverso un’indagine letteraria e storica dei suoi rapporti con la città e l’Università di Bologna.

Sarà possibile seguire il convegno in diretta a partire dalle 9,30 di venerdì (14 maggio) sulla pagina Facebook della Fondazione Mario Tobino. La Bologna di Tobino è quella degli studi universitari, in cui ha come compagni gli amici di una vita, Aldo Cucchi e Mario Pasi, con cui condividerà la “passione per la politica”, ma anche quella del mondo letterario che ruotava intorno a Giuseppe Raimondi, Morandi, Arcangeli, in cui Tobino forma la sua coscienza letteraria e politica. Nella giornata si alterneranno le prospettive clinica, letteraria e quella dell’impegno resistenziale, testimoniate da romanzi celebri come Le libere donne di Magliano, e da riscoprire, come Il clandestino e dagli inediti Diari e vedrà la partecipazione di docenti e giovani studiosi, ma anche dei nipoti dello scrittore, Isabella Tobino, presidente della Fondazione Mario Tobino e del neuropsichiatra Michele Zappella. Concluderà il convegno la presentazione del libro di Stefano Redaelli, Beati gli inquieti e una tavola rotonda su Tobino e le Medical humanities, cui parteciperanno Gian Mario Anselmi, Vanessa Di Pietrantonio, Marco Veglia e Michele Zappella.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.