Quantcast

Beethoven, le variazioni e il linguaggio dell’ultimo periodo: ecco il concerto al Boccherini

Sarà eseguito dal Trio Maffei

Beethoven, le variazioni e il linguaggio dell’ultimo periodo, è questo il tema del concerto che il Trio Maffei terrà domenica (27 giugno) alle 18 all’auditorium di piazza del Suffragio per la stagione Boccherini Open 2021, organizzata dall’Istituto superiore di studi musicali Boccherini. L’appuntamento fa parte di un ciclo di cinque concerti pensato originariamente per il 2020, l’anno di Beethoven, quando purtroppo la pandemia ha fermato le celebrazioni per i 250 anni dalla nascita del grande compositore tedesco.

L’ultimo periodo di Beethoven è quello che biograficamente corrisponde agli ultimi 10-15 anni di vita del musicista, morto nel 1827. Il programma si apre con il Trio per archi e pianoforte n. 7 in si bemolle maggiore, op. 97 L’Arciduca, un’opera definita da molti critici straordinaria per grandezza ed espressività, nella quale il genio del compositore emerge a piano. La denominazione deriva dal fatto che il trio fu dedicato da Beethoven all’amico, allievo e mecenate Rodolfo d’Asburgo. A seguire, l’Introduzione e variazioni per trio con pianoforte in sol maggiore, op. 121° sul lied Ich bin der Schneider Kakadu di Wenzel Müller, scritta nel 1816 e pubblicata otto anni dopo.

I fratelli Maffei iniziano la loro attività come trio nel 1987, curando la loro preparazione tecnica e artistica nella classe di musica da camera del Trio Čajkovskij, all’Accademia di Musica di Mestre. Sono tra i vincitori del concorso internazionale di musica da camera di Caltanissetta nel 1988 e hanno tenuto concerti in importanti centri musicali tra i quali Firenze, Lucca, Livorno, Portogruaro (Festival internazionale), Mestre (Teatro Toniolo). Oltre all’attività concertistica, il trio svolge anche quella didattica e di formazione professionale in ambito musicale. Il repertorio comprende autori che vanno da Haydn a Šostakovič.

Il concerto è aperto al pubblico e a ingresso gratuito. Nel rispetto delle regole anti-Covid, la capienza dell’auditorium è ridotta ed è necessaria la prenotazione, da effettuare attraverso il sito www.eventibrite.it. Per chi preferisse seguire il concerto da casa, rimane la possibilità di collegarsi al canale YouTube dell’istituto (clicca qui) per la diretta streaming.

Per maggiori informazioni su questo concerto e dettagli su tutti le iniziative e gli eventi di Open 2021: www.boccherini.it.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.