Quantcast

Festival Puccini, a Villa Paolina il duo Chech-Candon per violino e chitarra foto

In programma l'omaggio ad Astor Piazzolla. Venerdì il gran ballo storico prima della Tosca

Per la rassegna i Concerti del Festival Puccini a Villa Paolina domani (3 agosto) si terrà l’interessante concerto del Duo Chech – Candon violino e chitarra che vede protagonisti Mariaelena Chech e Thomas Candon.

Un programma interessante con l’omaggio a Astor Piazzolla, il musicista e compositore argentino di origini italiane di cui si ricorda il centenario della nascita (era nato l’11 marzo del 1921) a Mar del Plata.

Di Astor Piazzolla eseguiranno da Histoire du Tango tre interessanti brani: Bordel 1900, Cafe 1930, Nightclub 1960. Il programma prevede poi di Nicolò Paganini, Dal Centone di Sonate: Sonata n.1 in La Maggiore e la Sonata Concertata in La Maggiore (1803 dedicata a Madamigella Emilia di Negro)

Duo Chech – Candon nasce nel 2016 a seguito della collaborazione di Mariaelena Chech e Thomas Candon come insegnanti e direttori artistici dell’associazione oggi denominata La Piave di Nervesa della Battaglia. La dedizione all’insegnamento e l’importanza rivolta all’esperienza per la musica d’insieme rivolta ai ragazzi li ha portati ad essere per loro un modello da seguire trasmettendo il piacere e l’impegno di suonare fianco a fianco. Attivi sul territorio del Montello hanno partecipato a diverse iniziative per la valorizzazione di questo fantastico paesaggio nell’entroterra Veneto connubio di natura, storia e cultura.

Ingresso posto unico 10 euro. Prenotazioni allo 0584.359322.

La danza storica

Dopo il successo del 2019 e del 2020 in cui il Gran ballo storico ha introdotto La Bohéme con Anghela Gheorgiu e Madama Butterfly con Shoko Okada la Compagnia nazionale di danza storica diretta da Nino Graziano Luca sarà in scena per il terzo anno consecutivo al Gran yeatro Puccini di Torre del Lago con la Suite dal Gran Ballo dell’800 al 67esimo Festival Puccini, venerdì (6 agosto) prima dell’opera Tosca diretta da Stefania Sandrelli, maestro concertatore e direttore Alberto Veronesi.

In Gran Ballo dell’800 e Tosca, da un’idea di Nino Graziano Luca e Franco Moretti, i Nobili e le Dame della Compagnia nazionale di danza storica in eleganti frac e preziosi abiti con crinolina eseguiranno meravigliose Quadriglie, Contraddanze, Polonaise tratte dai manuali dei più celebri maestri del XIX secolo e dai più incantevoli film in costume – come Il Gattopardo, Sissi, Orgoglio e Pregiudizio, Bridgerton – usando un codice espressivo per la messa in scena rispettoso delle norme anti-covid, reinterpretato dal maestro Nino Graziano Luca che lo ha attinto dalla storia.

“I maestri di ballo in passato – ha affermato il maestro Nino Graziano Luca – in molti casi non potevano toccare le mani dei principi, delle principesse o più in generale dei nobili, mentre insegnavano loro le danze. Il tocco delle mani era dunque sostituito da uno scambio del fazzoletto oppure dallo sguardo”.

Ed è a questo che ha pensato Nino Graziano Luca proponendo, per primo al mondo in tempo di coronavirus, un Metodo didattico ed artistico applicato alle coreografie danzabili senza l’uso delle mani, dall’immenso repertorio della Cnds. Suite dal Gran Ballo dell’800 è dunque frutto della passione intellettuale, dello slancio creativo e dell’accuratezza filologica delle ricerche di Nino Graziano Luca che plasma le indicazioni tratte dai testi dell’epoca in veri e propri capolavori del bello, facendole diventare patrimonio collettivo ed accessibile a tutti. Lo spettacolo, molto atteso per le suddette ragioni, sarà come sempre elegante, divertente ed emozionante anche per il repertorio musicale: da Puccini a Verdi, da Strauss a Nino Rota, da Ziehrer a Purcell.

La Compagnia Nazionale di Danza Storica diretta da Nino Graziano Luca ritorna per il terzo anno al Festival Puccini di Torre del Lago dopo i successi di Schonbrunn a Vienna, del Teatro dell’opera di Astrakhan in Russia, dello Sferisterio per il Macerata Opera Festival, della Reggia di Caserta e del Gran Ballo dell’800 per il Re e la Regina della Malesia a Kuala Lumpur allestito anche per i Cavalieri di Malta nel Palazzo Storico di La Valletta, a Budapest ed al Teatro dell’Opera, Teatro Sociale di Como.

Il giorno successivo (7 agosto) la Villa Borbone di Viareggio ospiterà la Compagnia nazionale di danza storica per il Gran Ballo a Villa Borbone, inserito anch’esso nel cartellone ufficiale del 67esimo Festival Puccini.
 

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.