Quantcast

Lucrezia Forever, assegnato al drammaturgo Niccolini il premio nazionale Franco Enriquez foto

Il riconoscimento è stato ottenuto per il progetto di graphic novel theater

Dopo aver calcato il palco del Teatro del Giglio durante Lucca Changes 2020 ed essere entrato negli schermi di milioni di italiani grazie a RaiPlay, lo spettacolo di graphic novel theater Lucrezia Forever prodotto da Lucca Crea e Teatro del Giglio torna a far parlare di sé.

Lunedì sera (30 agosto) è stato infatti assegnato il Premio Nazionale Franco Enriquez 2021, città di Sirolo (premio drammaturgia) a Francesco Niccolini, drammaturgo toscano che da molti anni lavora con alcuni degli attori più importanti del teatro italiano (su tutti Marco Paolini, Alessio Boni, Leo Gullotta, Enzo Vetrano e Stefano Randisi) a cui lo scorso anno state affidate sia la scrittura originale sia la regia dello spettacolo Lucrezia Forever, per una completa fusione tra teatro e fumetto.

Una rappresentazione portata in scena da Amanda Sandrelli, perfetta interprete del personaggio creato da Silvia Ziche. Una produzione voluta da Lucca Comics and Games per il progetto Graphic Novel Theater, l’ultima e più innovativa traiettoria artistica del festival: la scelta di produrre contenuti teatrali, portando a teatro i romanzi a fumetti più amati dal grande pubblico e al tempo stesso attenti a temi di attualità. Da La Ballata del Mare Salato di Hugo Pratt a Kobane Calling di Zerocalcare, passando per Cinzia di Leo Ortolani e Lucrezia di Silvia Ziche. Il tentativo di far collidere due linguaggi andando oltre l’esegesi e la riflessione, intraprendendo l’ardua ricerca dell’opera nuova.

Le motivazioni che hanno portato a questo prestigioso riconoscimento sono l’indice di come questa proposta teatrale abbia saputo rappresentare al meglio un personaggio iconico del fumetto italiano riconducendolo a una quotidianità capace di far ridere, riflettere ed emozionare e al tempo stesso mostrare luci e ombre della nostra società.

“Un fantastico ritratto di questa Italia a fumetti, il personaggio e la storia che scaturiscono dalla penna di Niccolini ritraggono una giovane donna, difettosa come noi, fragile come noi, delusa in amore come noi, ma capace di disincanto e autoironia, è la storia di Lucrezia, la creatura che nasce dalla matita di Silvia Ziche, che Niccolini prende in prestito per regalarci un testo ironico e anticonvenzionale – spiega la giuria -. Il Niccolini drammaturgo non è nuovo a sperimentazioni di ogni genere: questo testo è convincente, un nuovo modo di scrivere e proporre teatro, un testo femminista e anti-maschilista – Lucrezia Forever! – che ci consente di analizzare i nostri comportamenti, e i nostri limiti attraverso la forza dirompente di un personaggio fumetto”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.