Quantcast

Critica d’arte, pubblicato il quarto numero della nuova serie foto

Il nuovo direttore è Marco Collareta

Il nuovo numero di Critica d’arte, pubblicato nelle settimane scorse dalle edizioni Fondazione Ragghianti insieme con l’editoriale Le Lettere, sarà l’ultimo sotto la direzione di Francesco Gurrieri, che per molti anni ha retto sapientemente le sorti della rivista ed è stato uno dei fautori, nel 2018, dell’acquisizione della storica testata da parte della Fondazione Ragghianti di Lucca. A seguito della sua rinuncia, è stata infatti ufficializzata, alcuni giorni fa, la nomina a direttore di Marco Collareta, professore ordinario di Storia dell’arte medievale all’Università di Pisa. Studioso di lungo corso, i suoi principali settori di ricerca riguardano la storia dell’arte dal Medioevo alla prima età moderna, con speciale attenzione alle tecniche artistiche, alle fonti letterarie e ai rapporti fra le arti.

Con il quarto numero, la nuova serie di Critica d’Arte, una delle riviste d’arte più longeve d’Italia – fu fondata da Carlo Ludovico Ragghianti con Ranuccio Bianchi Bandinelli nel 1935 –, completa la sua seconda annata di edizione con un bilancio più che positivo, in termini sia di riscontri da parte della comunità scientifica, sia di abbonamenti in costante crescita, come commenta con soddisfazione il direttore della Fondazione Ragghianti Paolo Bolpagni.

Anche in questo nuovo doppio fascicolo, il più ricco e corposo uscito finora, è mantenuta l’ormai consueta suddivisione in sezioni: i “Saggi” e le “Note”, disposti in ordine cronologico (in riferimento, cioè, all’àmbito storico cui essi rimandano), spaziano dal Trecento fino al XX secolo e includono i contributi originali di Anna Rosa Calderoni Masetti, Chiara Guerzi, Chatia Cicero, Giuliano Colicino, Carolina Trupiano Kowalczyk, Matilde Stefanini, Francesco Paolo Campione, Martina Iele, Gianluigi Mangiapane, Beatrice Zanelli, Biancalucia Maglione e Cristina Casero. Seguono la Biblioteca, con le recensioni di importanti libri di recente uscita, e infine l’Osservatorio, che include un intervento di Francesco Gurrieri sull’etica del museo, un ricordo di Lara-Vinca Masini scritto da Alessandra Acocella e un testo in lingua spagnola di Laura Luque Rodrigo e Carmen Moral Ruiz sui valori estetici e sociali dell’arte urbana odierna.

 

Riconosciuta come rivista scientifica dall’Agenzia nazionale di valutazione del sistema universitario e della ricerca, Critica d’Arte costituisce uno spazio di ricerca libero e aperto, con una call for papers permanente, pubblicata sul sito internet della Fondazione Ragghianti, che consente a tutti gli studiosi interessati di proporre i propri contributi al Comitato editoriale (composto da Paolo Bolpagni, Gianluca Belli, Antonino Caleca, Cristina Casero, Marco Collareta, Cristiano Giometti, Francesco Gurrieri, Maria Teresa Leoni Zanobini, Mattia Patti e Chiara Savettieri), secondo la programmatica apertura d’interessi che fu peculiare di Carlo Ludovico Ragghianti.

La rivista esce con due numeri doppi all’anno. Per acquisti e abbonamenti (che possono essere sottoscritti in qualsiasi periodo) ci si deve rivolgere all’Editoriale Le Lettere, tel. 055 645103, www.lelettere.it  e-mail periodici@lelettere.it  e abbonamenti.distribuzione@editorialefirenze.it

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.