Quantcast

Laboratori, incontri ed esposizioni: chiude così la prima edizione di ‘Qui. Festival del possibile’ foto

Il primo appuntamento di domani (25 settembre) è per i più piccoli alle 10,30 con il laboratorio musico filosofico a cura di Giungla by Sofa

Laboratori, incontri ed esposizioni. Si concluderà così domani (25 settembre) la prima edizione di Qui. Festival del possibile.

Il primo appuntamento della giornata è per i più piccoli alle 10,30 con il laboratorio musico filosofico a cura di Giungla by Sofa La tua casa è una giungla? tenuto da Valerio Tanteri e Stefano Manzoni, che guideranno i più piccoli in una riflessione sulla casa, la convivenza e le relazioni.

Alle 15, all’interno della casermetta San Regolo, Petra Paoli di Odeon studio – spazio culturale che ospita un laboratorio permanente di ceramica, una ricca collezione di albi illustrati, workshop, atelier e corsi di formazione – sarà ospite di Immagina Odv in Intrecci: la mutevole relazione tra natura e architettura negli albi illustrati. L’incontro è un corso di formazione per educatori, insegnanti, genitori, curiosi, sugli albi illustrati che trattano il tema della natura. Infatti l’editoria per bambini e ragazzi negli ultimi anni ha tentato di offrire risposta all’esigenza di narrare l’emergenza ambientale cui assistiamo e ne sono nate narrazioni differenti tra loro: questa sarà una preziosa occasione di ricerca tra le pagine che ospitano alberi, ecosistemi naturali, esempi architettonici prodigiosi, esplorazioni, errori e distruzioni, ma anche consapevolezza, possibilità di intima conciliazione e gioco.

L’ultimo appuntamento che chiuderà la giornata e la manifestazione è con Giungla 2021 e con il  Sofa Circle Casa: nido o vespaio a cura di un gruppo di studenti e ricercatori in Filosofia dell’Università di Pisa: una tavola rotonda in cui si cercherà di dare una definizione al concetto di casa. Molti sono i progetti attivi che impiegano lo spazio domestico come strumento educativo, e i testimoni di questi esperimenti di vita insieme racconteranno la loro esperienza. Sabato sarà anche l’ultima occasione per visitare l’esposizione multimediale Com’è bella stasera la mia giungla di vetro, realizzata da Giungla Festival in collaborazione con la Çanakkale Biennial, che vede la partecipazione con opere inedite di artisti italiani e internazionali.

Per accedere all’esposizione e agli eventi di Giungla 2021 è necessario il green pass e la prenotazione tramite il sito Eventbrite clicca qui. La partecipazione alla performance di Landescape è gratuita, l’accesso all’esposizione e agli altri eventi ha il costo di 3 euro esibendo all’ingresso la prenotazione.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.