Quantcast

Da Lucca Comics agli Uffizi, la nona arte sbarca nel tempio della pittura moderna con 52 autoritratti

Le opere saranno presentate a Lucca Comics and Games 2021 da venerdì 8 ottobre a lunedì 1 novembre nell’ambito della mostra Fumetti nei musei, Gli autoritratti degli Uffizi.

Fumetto e la ‘grande’ arte, due mondi oggi più vicini grazie all‘ingresso di cinquantadue opere di autori italiani contemporanei nel tempio della pittura moderna: gli Uffizi. Le opere – realizzate con tecniche, formati e stili diversi – saranno presentate a Lucca Comics & Games 2021 dall’8 ottobre al 1 novembre nell’ambito della mostra a Palazzo ducale Fumetti nei musei | Gli autoritratti degli Uffizi a cura di Mattia Morandi e Chiara Palmieri. Un grande traguardo frutto della collaborazione fra Mic Uffizi e Lucca Comics & Games, maturata dal 2020 quando Eike Schmidt, direttore delle Gallerie degli Uffizi, ha partecipato a Lucca ChanGes, l’edizione segnata dalla pandemia di Lucca Comics & Games. Oggi il Ministero della Cultura, le Gallerie degli Uffizi e Lucca Comics & Games si alleano in nome del fumetto, partendo dall’iniziativa ministeriale Fumetti nei Musei, che proprio il festival lucchese, nel 2018, premiò come migliore iniziativa editoriale.

La mostra Fumetti nei musei | Gli autoritratti degli Uffizi – dedicata a Tuono Pettinato, fumettista recentemente scomparso e autore per Fumetti nei musei dell’albo ambientato alla galleria dell’accademia di Firenze – è una delle iniziative previste dal protocollo d’intesa siglato dalle Gallerie degli Uffizi e da Lucca crea per favorire lo sviluppo e la promozione del fumetto in Italia e all’estero. L’intesa prevede, inoltre, la partecipazione degli Uffizi e del ministero della cultura alla designazione del maestro del fumetto di Lucca Comics & Games nell’ambito dei Lucca comics awards e l’ingresso, ogni anno, dell’autoritratto del vincitore nella collezione degli autoritratti del museo fiorentino. L’accordo avrà durata biennale e sarà rinnovabile: nel suo ambito potranno essere intraprese iniziative condivise di svariate tipologie: oltre alle esposizioni anche eventi, produzioni culturali, partnership creative, didattiche, di natura scientifica e molto altro ancora.

Il progetto è stato presentato oggi (mercoledì 29 settembre) nell’auditorium Vasari del piazzale degli Uffizi a Firenze, alla presenza del presidente della regione Toscana Eugenio Giani, il direttore degli Uffizi Eike Schmidt, la presidente di Lucca Crea Francesca Fazzi, insieme al direttore di Lucca Comics and Games Emanuele Vietina e il sindaco di Lucca Alessandro Tambellini, che ha sottolineato il valore del fumetto come un nuovo modo espressivo e un’arte degna di stare accanto alle altre. “E’ di grande rilevanza che oggi si voglia mettere insieme diverse forme artistiche. Mi auguro che il progetto di Uffizi Diffusi possa andare avanti perché l’arte a ogni livello è educazione, formazione, creazione di presupposti nuovi per stare con gli altri, in mezzo agli altri e per formare la nostra vita di oggi e quella di domani”.

Presenti anche Mattia Morandi e Chiara Palmieri, i curatori della mostra dall’8 ottobre a Palazzo Ducale a Lucca, le cui opere sono state generosamente donate dagli artisti che hanno partecipato a Fumetti nei musei, il progetto ideato dal ministero della cultura e realizzato in collaborazione con la casa editrice Coconino press – Fandango.

Fumetti nei musei

Dalla ‘A’ di Altan alla Z di Zuzu, il nuovo nucleo di autoritratti, che spazia tra numerosi linguaggi e diverse generazioni, sarà un vero e proprio atlante del fumetto italiano contemporaneo che arricchirà la collezione di autoritratti delle Gallerie degli Uffizi, notoriamente la più ricca e prestigiosa al mondo: queste opere verranno esposte nelle nuove sale dedicate agli autoritratti che apriranno nei prossimi mesi al primo piano del museo vasariano.

“Vedere nascere nel 2018 Fumetti nei musei e vederla crescere è stato un privilegio – racconta Chiara palmieri – La donazione  di queste 52 opere per la collezione di autoritratti più importante al mondo è una pietra miliare nel percorso del fumetto, verso il suo riconoscimento quale eccellenza culturale italiana a livello internazionale. Sarà una festa e una grande emozione vedere gli autoritratti esposti alla presenza dei loro autori durante Lucca Comics and Games e poi scoprirli finalmente nella loro nuova casa, le sale degli Uffizi. Fino a tre anni fa era difficile che le istituzioni considerassero l’arte del fumetto. Ciò è diventato realtà concreta grazie a Schmidt e al ministro Franceschini”.

“Grazie alle artiste e agli artisti per questa importante donazione – afferma il ministro della cultura Franceschini – che rappresenta un’ulteriore evoluzione di un percorso di valorizzazione del fumetto contemporaneo nato attorno all’ambizioso progetto Fumetti nei Musei. Questo nuovo fondo è una novità importante per il panorama artistico contemporaneo italiano: gli Uffizi divengono così uno dei primi musei di arte classica a scommettere sulla vitalità e la forza creativa della nona arte”.

Come conferma il direttore della galleria, Eike Schmidt, che parla di “Una collaborazione territoriale fra Firenze e Lucca con Lucca Comics and Games, importante anche nel contenuto, perché riguarda non solo iniziative contemporanee come le mostre che annunciamo oggi, ma anche un nuovo campo di collezionismo per le Gallerie degli Uffizi, quello dell’autoritratto. Fondata dal cardinale Leopoldo dei Medici a metà del’600, nel corso dei secoli le arti e gli artisti sono cambiati e la collezione si è allargata ad altre forme d’arte, fra cui oggi il fumetto. Infatti da quest’anno in poi ogni edizione di Lucca Comics and Games avrà un grande maestro, il cui autoritratto verrà esposto nelle Gallerie degli Uffizi entrando nelle sue collezioni come archivio. Sarà un modo – spiega il direttore – per coprire tutta la creatività del nostro tempo inserendo nella galleria un campo a lungo negletto in passato. È solo l’inizio di un collezionismo che si rivolgerà anche al di là dei confini nazionali: con questa inedita, innovativa alleanza tra gli Uffizi e Lucca Comics, una delle manifestazioni del fumetto più importanti al mondo, l’obiettivo è ribadire un concetto chiave: la cultura è pop e deve raggiungere con efficacia quante più persone possibili. L’accordo che presentiamo oggi è il primo del suo genere al mondo: sono convinto che darà vita a grandi risultati e farà da apripista a tanti altri crossover fruttiferi di idee, creatività e spunti per il futuro”.

Parole condivise dal presidente della Regione Toscana Eugenio Giani: “Un’idea veramente geniale quella presentata stamani, nata nel contesto di Lucca Comics che sta diventando un evento di carattere internazionale di straordinario valore. Lucca Comics accompagna tutta una serie di opportunità e occasioni che quest’anno comprenderanno i fumetti nei musei e quindi gli autoritratti negli Uffizi. In Toscana ci sentiamo orgogliosi del fumetto, di cui io rivendico la nascita nella nostra regione con i primi esempi di cartigli nella cattedrale di Lucignano e nel palazzo dell’arte della lana oggi sede della società dantesca a Firenze, che risalgono all’inizio del ‘300. Per questo i fumettisti possono vantarsi di essere espressione di un filone che nasce insieme alla pittura moderna. Quando ci si incontra – prosegue Giani  – con la dimensione dell’autoritratto ci si incontra con una dimensione tipica degli Uffizi. Degli artisti che si affacciano alla galleria degli autoritratti degli Uffizi ci sono già stati, ricordo lo scomparso Nano Campeggi, disegnatore dei cartelloni di Holliwood, come il famoso manifesto di Casablanca, fiorentino divenuto il più celebre in questo settore. Quindi è un filone che Eike Schmidt ha avuto la capacità di riprendere, articolandolo in questa mostra di autoritratti dei fumettisti. Artisti di grande valore e assoluto significato esattamente pari agli altri. Ringrazio il sindaco di Lucca Tambellini e la presidente di Lucca Crea Francesca Fazzi per aver maturato questo progetto”.

Presidentessa che ricambia, esprimendo grande soddisfazione per la collaborazione con gli Uffizi: “Quello fra gli Uffizi e Lucca Comics è un accordo importante perché gli Uffizi sono una grande istituzione e un contenitore di cultura. Un rapporto che è l’inizio di un percorso importante per Lucca Comics e per un nuovo modo di avvicinarsi all’arte come un linguaggio universale che deve accogliere mondi diversi, senza creare delle graduatorie ma avvicinando il pubblico con un linguaggio capace di arrivare a tutti”.

“Una collaborazione – aggiunge il direttore di Lucca Comics Emanuele Vietina – che è un punto d’approdo ma anche di ripartenza: da questa crisi pandemica siamo usciti migliori grazie alla conoscenza e al contatto con Eike Schmidt e il suo gruppo di lavoro, che ha dato avvio a un’iniziativa che porterà ogni anno il maestro del fumetto incoronato a Lucca all’interno delle Gallerie degli Uffizi. È un grande riconoscimento per i Comics, che quest’anno compiono 55 anni: in questa edizione lanciata nella giornata mondiale della gratitudine, voglio esprimere grazie a tutte quelle donne e uomini che 55 anni fa al Teatro del Giglio hanno voluto parlare con piglio accademico di un’arte, quella del fumetto, che allora era negletta e sconosciuta. Non posso non ricordare Rinaldo Traini che nel 1966 ha fatto partire tutto questo e Renato Genovese, che ha guidato il gruppo di lavoro nel secondo millennio. Il team degli Uffizi abbraccia la cultura del fumetto completando il sogno di Traini e Genovese. Quest’anno inoltre compiamo i 15 anni di mostre in Palazzo Ducale, la sede più prestigiosa della nostra manifestazione: è un orgoglio per Moretti, il curatore di queste mostre, poter inserire a palazzo Ducale una mostra dedicata alla nouvelle vague dei giovani grandi artisti del fumetto che Coconino con Chiara Palmeri e Mattia Morandi hanno sviluppato, un progetto premiato proprio nel 20218 a Lucca e capace di portare i fumetti a contatto col il sistema museale italiano. In questa sede – conclude –  lanciamo la prossima sfida, andare a creare un museo stabile, permanente e nazionale dedicato al fumetto che dialoghi con gli Uffizi e il ministero della cultura”.

Fumetti nei musei è un progetto ideato dall’ufficio stampa e comunicazione del ministero della cultura, realizzato in collaborazione con la casa editrice Coconino press – Fandango e con il supporto di Ales SpA. La collana editoriale, nata per avvicinare i ragazzi al mondo museale, è composta da 51 storie a fumetti che raccontano la contemporaneità di 51 musei italiani. Gli albi sono anche distribuiti in omaggio ai ragazzi che partecipano ai laboratori e alle attività educative dei musei coinvolti. Nel 2018 Fumetti nei musei ha vinto il premio ‘Gran Guinigi’ nell’ambito dei Lucca Comics awards come migliore iniziativa editoriale dell’anno con queste motivazioni: “Un’operazione che raccoglie i migliori nuovi talenti della scena italiana con un’impeccabile veste editoriale. Un prodotto di altissimo livello che sposa le intenzioni educative all’amore per la narrativa sequenziale”. Nel corso degli anni, Fumetti nei musei è stato protagonista di numerose esposizioni: le tavole originali sono attualmente in mostra nel Santuario dell’Ercole Vincitore di Villa d’Este a Tivoli. Fumetti nei musei è stato presentato nei principali saloni del libro italiani e nei festival del fumetto, ed è stato al centro, nel 2020, della Settimana della Lingua Italiana nel mondo organizzata dal ministero degli affari esteri e della cooperazione internazionale. Tutte le informazioni su http:// www.fumettineimusei.it

I Lucca Comics awards sono i premi dedicati al fumetto di Lucca Comics & Games, i principali in Italia. L’obiettivo dei Lucca Comics awards è premiare le migliori opere a fumetti e i loro autori, indipendentemente da nazionalità, formato editoriale e modalità di distribuzione. Nell’ambito dei Lucca Comics awards il riconoscimento principale è quello dedicato al maestro del Fumetto, che avrà, ogni anno, l’opportunità di realizzare un autoritratto per le Gallerie degli Uffizi. Tutte le informazioni su http://www.luccacomicsawards.com

L’elenco dei fumettisti

Ad aver donato il proprio ritratto alle Gallerie degli Uffizi sono: Altan, Eliana Albertini, Simone Angelini, Paolo Bacilieri, Bianca Bagnarelli, Lorena Canottiere, Mara Cerri, Manfredi Ciminale, Sara Colaone, Marco Corona, Mariachiara Di Giorgio, Dr. Pira, Andrea Ferraris, Vincenzo Filosa, Marco Galli, Lorenzo Ghetti Roberto Grossi, Gud Lise e Talami, Lrnz, Maicol & Mirco, Federico Manzone, Martoz, Lorenzo Mò, Vitt Moretta, Giacomo Nanni Luca Negri Rsm, Marino Neri, Otto Gabos, Pablo Cammello, Giuseppe Palumbo, Paolo Parisi, Michele Petrucci, Pronostico, Fabio Ramiro Rossin, Ratigher, Fulvio Risuleo, Silvia Rocchi, Federico Rossi Edrighi, Emanuele Rosso, Alessandro Sanna, Pietro Scarnera, Roberta Scomparsa, Andrea Settimo, Alice Socal, Spugna, Squaz, Marco Taddei, Alessandro Tota, Tuono Pettinato, Miguel Angel Valdivia e Zuzu.

Fumetti nei musei

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.