Quantcast

Lucca Film Festival, al cinema Astra arriva il regista russo Aleksandr Sokurov

L'appuntamento domani sera (2 ottobre) alle 21 con la consegna del premio alla carriera e la proiezione di 'Madre e figlio'

Il regista russo Aleksandr Sokurov riceverà il premio alla carriera del Lucca Film Festival e Cinema Europa 2021, domani (2 ottobre) alle 21 al Cinema Astra.

Per l’occasione, dopo l’incontro con il cineasta, sarà proiettato il suo film Madre e figlio, con il quale, nel 1997, fu acclamato internazionalmente. Il premio alla carriera è realizzato da Martinelli Luce, creazione di Emiliana Martinelli, che ha disegnato una lampada ispirata dal mondo del cinema.

Il regista russo sarà omaggiato da una selezione dei suoi film in un programma articolato e trasversale tra film e documentari, intercettando i diversi linguaggi del cinema, incontrerà il pubblico e ritirerà il premio alla carriera con una serie di iniziative che ripercorreranno la sua opera cinematografica. Madre e figlio è il film scelto per la serata di domani (2 ottobre), un lavoro chiaro e deciso, come tutta la produzione del regista russo. Nella storia viene indagato il rapporto ancestrale per definizione. La madre è gravemente ammalata, il figlio la cura amorevolmente: insieme ripercorrono le tappe dell’infanzia, quando lei lo sorvegliava costantemente per paura di perderlo, e della maturità, mentre ora la madre cerca di non fargli capire quanto le è vicina la morte. Il racconto si alterna nei luoghi dei ricordi, nella casa e nelle stanze piene di ombra e improvvise illuminazioni, oppure negli esterni, i parchi, solcati dalle locomotive, che spostano le poche persone nei dintorni. Quando infine la madre muore, il figlio rimane totalmente solo, ma troverà il modo di salutarla degnamente.

La seconda giornata di festival partirà già nel primo pomeriggio con il concorso internazionale al cinema Centrale, con due anteprime italiane. Alle 15 è in programma il lungometraggio Copilot di Anne Zohra Berrached (2021) presentato al 71 festival di Berlino, una storia che viene dagli anni ‘90 e narra dell’amore tra l’intelligente studentessa di scienze Asli e il carismatico Saeed e di come, all’alba del ventunesimo secolo, una decisione di quest’ultimo sconvolgerà il mondo intero. Alle 17,30 è il turno di Magnetic Beats (2021) di Vincent Maël Cardona. Sullo sfondo della Bretagna anni ’80, un gruppo di amici si cimenta a trasmettere una stazione radio gratuita dalla loro città natale in campagna, ma presto si renderanno conto di vivere gli ultimi momenti gloriosi di un mondo sull’orlo dell’estinzione.

La selezione internazionale del festival comprende 29 film, tra lungometraggi e cortometraggi tutti in prima nazionale, che parteciperanno ai concorsi internazionali dell’edizione, eventi di punta del panorama culturale italiano. Entrambi i concorsi saranno visibili online fino al 10 ottobre: i lungometraggi su MyMovies.it e i cortometraggi su Festival Scope, visibili in tutto il mondo. Tra gli eventi off della rassegna, sarà possibile visitare la Chiesa di San Cristoforo (ingresso libero, fino al 20 ottobre), dove sarà aperta la mostra dal titolo Stars and frame di Pier Toffoletti, a cura di Riccardo Ferrucci. Tutti gli eventi sono a ingresso gratuito su prenotazione.

 

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.