Quantcast

I Chille de la balanza per il terzo appuntamento fra musica e poesia in San Francesco

Serata Charles Baudelaire per il nuovo ciclo di incontri lanciato dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca

Canone in verso. Quattro appuntamenti tra musica e poesia, il nuovo ciclo di incontri lanciato dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca, prosegue con il suo terzo appuntamento sabato (16 ottobre) alle 21, nella chiesa di San Francesco a Lucca.

La serata Charles Baudelaire, questo il titolo dell’evento, vedrà la storica compagnia teatrale Chille de la balanza portare in scena uno spettacolo, realizzato appositamente, dedicato al grande scrittore e poeta francese, nel bicentenario dalla sua nascita. La serata, come sempre, è ad ingresso gratuito, ma per partecipare occorre prenotarsi online sul sito www.fondazionecarilucca.it. Le prenotazioni saranno aperte da mercoledì (13 ottobre), sino ad esaurimento posti.

Con la serata Charles Baudelaire, ideata e diretta da Claudio Ascoli, che fondò la compagnia teatrale nel 1973 a Napoli, i Chille de la balanza tornano al poeta dello spleen con piacevole dovere. La compagnia teatrale ne realizzò infatti una messinscena itinerante alla fine degli anni ’90, che con oltre settanta repliche da tutto esaurito riscosse un grande successo di pubblico. Oggi, in occasione del bicentenario dalla nascita di Charles Baudelaire, i Chille de la balanza tornano a rendergli omaggio con uno spettacolo realizzato con la collaborazione della professoressa Michela Landi, autrice di numerosi studi su Baudelaire, che terrà un breve intervento di presentazione.

La serata vede un alternarsi di mise en espace: azioni, immagini e recitazioni di poemi, di cui alcuni in francese, ma anche di musica e danza. Il pianista Tommaso Ferrini eseguirà infatti dal vivo composizioni originali create per l’occasione, mentre i performer Paolo Cingolani e Sara Sicuro arricchiranno lo spettacolo con le loro coreografie. In scena gli attori Silvia Licciardo, Matteo Pecorini, Rosario Terrone, Chiara Zavattaro, Lorenzo Bastida e Valeria Ferretti, che indosseranno suggestivi abiti d’epoca, curati da Sissi Abbondanza, per permettere agli spettatori di immergersi nell’atmosfera della seconda metà dell’Ottocento.

Saranno proposti anche rari filmati d’epoca e un breve trailer su una storica esecuzione dell’ouverture del Tristano e Isotta, occasione del primo incontro tra Baudelaire e Wagner. La poesia sarà naturalmente il momento centrale, a partire dai poemi più noti di Baudelaire come La Bellezza, L’albatro, Corrispondenze, Invito al viaggio, Donne dannate, Il Viaggio, ma un’attenzione particolare sarà dedicata anche al rapporto tra Baudelaire e la modernità, argomento oggi quanto mai attuale in un momento in cui tanti sono gli interrogativi sulla società contemporanea. Il termine modernité fu infatti coniato proprio da Baudelaire, per il quale designava l’effimera esperienza della vita in città e nella metropoli, e la responsabilità che l’arte ha di catturare quell’esperienza e di esprimerla nelle forme più disparate.

Canone in verso. Quattro appuntamenti tra musica e poesia si concluderà sabato 23 ottobre con lo spettacolo Bob Dylan: Ottant’anni di moltitudini, con David Riondino e Pietro Brunello, in cui narrazione e musica si uniranno per celebrare gli ottant’anni del cantautore più influente della storia.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.