Quantcast

Viaggio nella lirica con ‘I fiati all’opera’ dell’orchestra della Toscana

Appuntamento all'auditorium del Boccherini

Un viaggio musicale attraverso alcune fra le più belle pagine del repertorio operistico, da Don Giovanni a Le nozze di Figaro, passando per Il Barbiere di Siviglia, Carmen, Gianni Schicchi, Tosca, trascritte per quintetto di fiati e raccontate in modo inusuale e accattivante dall’attore trasformista Alessandro Riccio. Sabato (16 ottobre), alle 21 all’auditorium di piazza del Suffragio, l’istituto superiore di studi musicali Boccherini propone I fiati all’opera, nuovo appuntamento con l’edizione 2021 del Festival Fiati. Protagonisti sarà, insieme a Riccio, l’ensemble di strumenti a fiato costituito dalle prime parti dell’Orchestra della Toscana (Ort).

Il concerto-spettacolo, prodotto dall’orchestra della Toscana, trascinerà dunque il pubblico nella storia della lirica con la musica di alcuni fra i più grandi compositori di tutti i tempi. In programma l’Ouverture da Le nozze di Figaro(nell’arrangiamento di B. Holcombe) e l’ouverture da Il flauto magico (nell’arrangiamento di J. Linckelmann) di Mozart; l’ouverture da Il barbiere di Siviglia (nell’arrangiamento di J. Linckelmann) di Rossini; la suite da Carmen di Bizet nell’arrangiamento di D. Walter; Vissi d’arte, vissi d’amore da Tosca (arrangiamento di B. Holcombe e B. Holcombe Jr) e O mio babbino caro da Gianni Schicchi di Giacomo Puccini, ancora in un arrangiamento curato da B. Holcombe e B. Holcombe Jr.

Il quintetto di fiati dell’Ort è composto da Claudia Bucchini al flauto, Alessio Galiazzo all’oboe, Marco Ortolani al clarinetto, Paolo Faggi al corno e Umberto Codecà al fagotto. Alessandro Riccio, attore e regista fiorentino lavora con lo Stabile del Veneto. La sua passione per la storia lo porta a interpretare vari personaggi del passato, rileggendoli spesso in chiave comica e irriverente, camuffandosi nei personaggi più disparati grazie alla sua capacità di trasformismo.

Il concerto è a ingresso gratuito (con green pass). In base alle recenti normative, l’auditorium torna alla capienza completa. Resta necessaria la prenotazione tramite la piattaforma Eventbrite (clicca qui).

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.