Quantcast

“Pinocchio – storia di un burattino” debutta in prima assoluta al teatro del Giglio foto

Secondo titolo della stagione lirica è il risultato del forte legame artistico fra Aldo Tarabella (musica e regia) e Valerio Valoriani, autore del libretto

Una contaminazione fra teatro, prosa e danza, unita a un linguaggio ispirato all’opera lirica moderna e denso di citazioni provenienti da altri generi musicali come il rhythm and blues, il rap, la tarantella e le fanfare: è tutto questo, e molto di più, Pinocchio – storia di un burattino, tratto da un romanzo che è stato prima patrimonio narrativo e poi cinematografico di tante generazioni e adesso va in scena, in versione opera lirica, al teatro del Giglio in prima assoluta questo fine settimana, sabato (16 ottobre) alle 20,30 e domenica alle 16.

Secondo titolo della stagione lirica, Pinocchio – storia di un burattino è il risultato del forte legame artistico fra Aldo Tarabella – che firma musica e regia dello spettacolo – e Valerio Valoriani – autore del libretto.

A guidare l’orchestra dell’istituto Boccherini si alterneranno, sul podio, due direttori d’orchestra: sabato sarà la volta di Jacopo Rivani, bacchetta di grande esperienza, con all’attivo impegni nei più importanti teatri e sale da concerto; domenica ci sarà il giovanissimo Lorenzo Biagi. Il coro voci bianche I cantori di Burlamacco è diretto da Susanna Altemura.

Ad animare di colore e concretezza il mondo di Pinocchio ci sono le vivaci e coloratissime scene e gli immaginifici costumi di Enrico Musenich, che donano allo spettacolo un tocco di magia e fantasia, rendendolo adatto a grandi e piccini. Le luci dello spettacolo sono firmate da Marco Minghetti, mentre i movimenti coreografici da Monica Bocci.

Questo nuovo allestimento del teatro del Giglio di Pinocchio – storia di un burattino, che ha ricevuto il prestigioso patrocinio della Fondazione Nazionale Carlo Collodi di Pescia, è frutto della coproduzione tra il teatro del Giglio (capofila), Fondazione Ravenna Manifestazioni, ormai più che ventennale partner del Giglio, e teatro sociale di Rovigo. Gli interpreti sono stati individuati con estrema cura, perché rispondessero alle necessità della partitura e del libretto, che richiedono grande talento sia vocale che attoriale. Il ruolo protagonistico, quello del burattino Pinocchio, è interpretato da Leonora Tess (soprano), mentre Clemente Antonio Daliotti (baritono) sarà sia Geppetto che Melampo. I ruoli di Mastro Ciliegia, Mangiafoco e Domatore del Circo saranno affidati al baritono Piero Terranova, quelli del Grillo parlante e di Lucignolo a Giampaolo Franconi (tenore). Il Gatto e la Volpe saranno rispettivamente Sara Rocchi (mezzosoprano) e Consuelo Gilardoni (soprano); Silvia Lee (soprano) interpreterà la Fata.

I costumi e le calzature per gli interpreti, firmati da Enrico Musenich, sono uno dei tratti di specialità di questo spettacolo, visto che sono stati realizzati da Marcella Niccolini nel Laboratorio di sartoria della cooperativa Nanina. Nanina è una cooperativa sociale nata a supporto dell’esperienza di economia collaborativa e civile della diocesi di Lucca, a partire da quell’ecosistema di sostenibilità ambientale e sociale che Daccapo ha inaugurato nel 2014.

I biglietti per lo spettacolo sono in vendita alla Biglietteria del teatro del Giglio e online su TicketOne. Per informazioni, prenotazioni e acquisti telefonare al numero 0583.465320 (in orario di apertura al pubblico) o scrivere a email biglietteria@teatrodelgiglio.it.

Primi posti (platea e palchi centrali): da 25 a 35 euro; secondi posti (palchi laterali e galleria): da 10 a 25 euro; loggione 15 euro.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.