Quantcast

Scrittori e giornalisti al castello di Porta San Donato: ecco il Lucca Book Festival foto

Dall'11 al 14 novembre alla Casa della Memoria e della Pace. Gli assessori Vietina e Ragghianti: "La lettura in tutte le sue forme, favorisce la coesione sociale e lo sviluppo economico e sociale della città”

Favorire l’approccio alla lettura e valorizzare il libro come strumento culturale e formativo, nella città insignita per la seconda volta del riconoscimento Città che legge: Lucca. Si muove in questa direzione la prima edizione del Lucca Book Festival, l’iniziativa realizzata da Al Caffè di Daniela in collaborazione con il Comune di Lucca che si svolgerà da giovedì 11 a domenica 14 novembre alla Casa della Memoria e della Pace, nel castello sopra porta San Donato.

Quattro giorni all’insegna della carta stampata, con protagoniste le piccole case editrici toscane di qualità e varie presentazioni di libri che in mezz’ora vedranno dialogare insieme autori e giornalisti, in una sorta di intervista aperta al pubblico. Tanto inoltre lo spazio riservato ai più piccoli con stand, momenti dedicati al disegno e al gioco, merende a base di brigidini e castagne.

Ideata da Daniela Bartolini, la prima edizione del Lucca Book Festival è stata presentata questa mattina (mercoledì 27 novembre) dagli assessori alla cultura Stefano Ragghianti e alle politiche formative Ilaria Vietina, che hanno sottolineato l’impegno dell’amministrazione nella promozione della lettura, come “ Mezzo per la crescita culturale del cittadino e della società nel suo complesso – spiegano gli assessori – A questo riguardo abbiamo aderito recentemente anche al patto per la lettura che è stato promosso a livello nazionale, proprio con l’intento di mettere in rete tutte le esperienze e i soggetti che condividono l’idea che la lettura, declinata in tutte le sue forme, rappresenti uno straordinario strumento per favorire la coesione sociale e lo sviluppo economico e sociale della città”.

“Ma anche uno strumento di contrasto all’analfabetismo funzionale e alla povertà educativa, perciò è importante stimolare l’approccio alla lettura fin dalla prima infanzia – aggiunge Ilaria Vietina – Proprio questo è l’obiettivo di Ad Alta Voce, il progetto promosso dal Comune che impegna i servizi da zero a 3 anni e le scuole dell’infanzia a dedicare tutti i giorni uno spazio alla lettura ad alta voce. Nella stessa direzione si muove anche l’iniziativa di Daniela Bartolini, che l’amministrazione ha sostenuto molto volentieri”.

“Bisogna ricordare che la ricchezza e la possibilità di avere chance nella vita inizia proprio dall’infanzia – spiega la Bartolini – motivo per cui la manifestazione darà ampio spazio anche ai bambini. Vorrei che Il Lucca Book Festival diventi nel tempo un riferimento per la città, un momento stimolante dedicato alla cultura, alla riflessione e all’incontro aperto a tutti – prosegue l’ideatrice, per poi illustrare il programma della manifestazione.

Sarà una rassegna ricca di eventi, a partire dall’inaugurazione di giovedì 11 novembre alle 17 accompagnata dai caffè offerti dalla Torrefazione lucchese caffè. Porterà il suo saluto il sindaco Alessandro Tambellini e saranno presentate le case editrici che hanno aderito all’iniziativa: la Maria Pacini Fazzi di Lucca, la Libreria editrice fiorentina, Tralerighelibri di Castelnuovo Garfagnana, Edizioni dell’Erba-Erba d’Arno di Fucecchio, Carmignani editrice di Pontedera. Lo stesso pomeriggio sarà inoltre inaugurata la mostra dedicata a Beppe Ardighi e Mari Di Vecchio: introdurrà Alessandra Trabucchi

Il programma

Dopo la giornata di anteprima di giovedì 11 novembre, venerdì 12 novembre, dalle 17, ci sarà la presentazione della prima terna di libri con la stessa Daniela Bartolini che intervisterà Ilaria Sabbatini, autrice de Il Volto Santo e la via Francigena; Monica Arena che intervisterà invece Marco Amerigo Innocenti su Colleghi e carogne ed Elisa Tambellini che leggerà alcune poesie introducendo il libro Assolvenze e dissolvenze di Augusta Romoli.

Sabato 13 novembre, sempre dalle 17, Daniela Bartolini intervisterà Luciano Luciani per il libro Santo sudicio!; Anna Benedetto sarà a colloquio con Maria Pia Pieri su Piccolo sillabario dei pensieri inutili e Luca Tronchetti intervisterà Beppe Calabretta sul libro Indagini parallele.

Domenica 14 novembre infine, a partire dalle 17, Cristiano Consorti dialogherà con Patrizia Lazzari su L’ottava sopra. A seguire sarà presentato da Vanina di Giuseppantonio e dalle autrici del gruppo La Panchina il libro 100 pagine di avventura. Spazio ai più piccoli invece nel parco giochi di piazzale san Donato, dove in contemporanea, sempre dalle 17, si svolgerà una festa a loro dedicata: David Mayernik, docente di disegno dell’università Notre Dame di Roma spiegherà il disegno ai bambini, con l’apporto di Maria Teresa Leone, Assunta Giannini, Rosanna Floris, Anita Arrighi.

“Abbiamo scelto la formula dell’intervista breve agli autori – ha spiegato Daniela Bartolini – per dare ritmo alle presentazioni dei libri e per cercare di cogliere e tenere alta l’attenzione del pubblico che sarà presente in sala. Tutte le presentazioni saranno peraltro arricchite da momenti musicali e da letture, sempre nell’ottica di rendere piacevole questo incontro con i libri. Mezz’ora con gli autori – conclude la Bartolini – sarà anche l’occasione per intrecciare due modi di scrivere, quello giornalistico e quello letterario, e per sottolineare e ricordare che la storia della nostra città è da sempre intrecciata con quella della stampa. La prima edizione italiana dell’Encyclopédie di Diderot e d’Alembert è stata pubblicata proprio a Lucca tra il 1758 e il 1771”.

La manifestazione è realizzata con il patrocinio della Provincia di Lucca, della Regione Toscana e della Camera di Commercio di Lucca. Tutti i pomeriggi del Lucca Book Festival saranno a ingresso libero: sarà necessario esibire il green pass.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.