Quantcast

Teatro del Giglio, non solo grandi classici per la stagione di prosa foto

In cartellone Pirandello, Cechov e De Filippo ma anche gli spettacoli di Michela Murgia e Amanda Sandrelli

Parte nel mese di dicembre la stagione di prosa del Teatro del Giglio, con una proposta di sette spettacoli che vedono alternarsi in scena autori e attori di grande rilevanza, in una varietà di proposte tematiche e drammaturgiche: da monologhi a commedie, adattamenti di grandi classici e opere fra le più amate. Anche per il 2021-2022 prosegue il sodalizio tra il teatro del Giglio e la Fondazione Toscana Spettacolo Onlus, circuito multidisciplinare per la programmazione e la promozione dello spettacolo dal vivo.

Prima interprete protagonista della stagione sarà Michela Murgia con Dove sono le donne? – in scena venerdì 17 e sabato 18 dicembre alle 21 e domenica 19 dicembre alle 16 – che porta per la prima volta in teatro il suo punto di vista sulla questione femminile in un monologo che affronta il tema della disparità di genere presente ancora oggi a tutti i livelli della società. Si prosegue il 4 e 5 febbraio alle 21 e il 6 febbraio alle 16 con il ritorno al teatro del Giglio di Alessio Boni nei panni di Don Chisciotte, in un nuovo adattamento teatrale del romanzo di Miguel de Cervantes a cura di Francesco Niccolini che restituirà al pubblico del Giglio, le atmosfere di un grande classico della letteratura con ironia, intensità e originalità. Sempre a febbraio (venerdì 11 e sabato 12 alle 21 e domenica 13 alle 16) arriva La classe di Vincenzo Manna, testo tra i più interessanti fra le nuove drammaturgie, in una narrazione, attraverso gli occhi di una classe scolastica, dei temi del disagio sociale che caratterizza la nostra epoca.

Nel mese di marzo sarà la volta di un’interprete molto amata: Amanda Sandrelli in Lucrezia forever! (in scena venerdì 4 e sabato 5 marzo alle 21 e domenica 6 alle 16). Il testo di Francesco Niccolini è liberamente ispirato al personaggio a fumetti ideato da Silvia Ziche; un riuscito mix di autoironia, consapevolezza, tenerezza e realismo che vede protagonista una donna alle prese con le sue fragilità ma anche con la sua forza. Questo spettacolo nasce con la collaborazione fra Lucca Comics & Games per il progetto Graphic novel theatre e vedrà in scena, oltre ad Amanda Sandrelli, “attori” animati nati grazie alle scene digitali realizzate da Imaginarium Creative Studio.

Si proseguirà con tre titoli tra i più classici del nostro teatro: da venerdì 11 a domenica 13 marzo, Ditegli sempre di sì, uno dei primi testi di Eduardo De Filippo. Opera vivace, colorata il cui protagonista è un pazzo metodico con la mania della perfezione. Si proseguirà con uno spettacolo basato sul testo di uno dei più grandi drammaturghi italiani, Luigi Pirandello: sul palco del Teatro del Giglio arriva infatti Enrico IV – in scena venerdì 25, sabato 26 marzo alle 21 e domenica 27 marzo alle 16. In questo celeberrimo testo, il tema della follia si trasforma in rappresentazione e lo spettatore viene accolto, quasi a sua insaputa, all’interno di una seduta psicoanalitica dalla quale uscirà, a fine spettacolo, con molti e rilevanti quesiti sul suo vissuto. L’ultimo appuntamento della stagione di prosa 2021-2022 andrà in scena l’1 e il 2 aprile alle 21 e il 3 aprile alle 16 con Zio Vanja di Anton Čechov, una messinscena – a detta dello stesso regista Roberto Valerio – che oscilla tra realismo e onirico, tra dramma e commedia, malinconie ed energia pura.

“Dopo la presentazione della lirica e della danza, – afferma l’amministratore unico del teatro del Giglio Gianni Del Carlo – presentiamo alla città la stagione di prosa, in questo modo il teatro torna alla sua piena attività, si esce da questi diciotto mesi di buio e si ritorna a rivivere a pieno l’attività teatrale e culturale della città. Una stagione di prosa che siamo sicuri che incontrerà il favore del nostro pubblico, con attori e autori di prestigio, da De Filippo a Pirandello e Čechov“.

“Noi non ci siamo mai fermati – afferma il direttore generale del Teatro del Giglio Antonio Marino – abbiamo continuato a lavorare e programmare, questa nuova stagione conterrà elementi anche di novità e di sperimentazione per allargare il più possibile la fascia di pubblico interessata e avvicinare anche spettatori che speriamo vogliano appassionarsi al teatro”.

“Presentiamo con grande soddisfazione – sottolinea la presidente della Fondazione Toscana Spettacolo onlus, Cristina Scaletti – una stagione di prosa che si contraddistingue per la qualità dei testi, degli autori e degli interpreti. Il Teatro del Giglio, luogo ricco di storia, da sempre presidio centrale per la vita culturale della città, può finalmente tornare ad accogliere la propria grande comunità di spettatori”.

“Salutiamo con entusiasmo la nuova stagione 2021/22 – osserva il direttore della Fondazione Toscana Spettacolo onlus, Patrizia Coletta – che presenta un cartellone caratterizzato dalla varietà della proposta, in grado di rispondere alle esigenze di pubblici diversificati, come sono gli affezionati spettatori di questo bellissimo teatro. Dove sono le donne? di Michela Murgia, Don Chisciotte con Alessio Boni e Serra Yilmaz, Ditegli sempre di sì diretto da Roberto Andò, Lucrezia forever! con Amanda Sandrelli, sono solo alcuni degli spettacoli che testimoniano il grande spessore artistico perseguito”.

Dal 3 al 26 novembre si terrà la conferma degli abbonamenti di prosa per chi ne era già titolare. La vendita dei nuovi abbonamenti si terrà dal 27 novembre al 4 dicembre. 
Dal 7 dicembre partirà la vendita dei nuovi biglietti.

Le conferme dei vecchi abbonamenti potranno essere fatte solo in biglietteria, mentre i nuovi abbonamenti e i biglietti saranno acquistabili indifferentemente in biglietteria o su TicketOne.it.

I prezzi. Abbonamento per platea e palchi centrali intero 189 euro – ridotto  168 e Cral € 140. Galleria e palchi laterali: intero 133, ridotto 112, Cral 91 e giovani under 30 70.

I biglietti per i singoli spettacoli. 
Platea e palchi centrali intero 30 euro, ridotto 27 e Cral 25. Galleria e palchi laterali: intero 22, ridotto 18, ral 17, giovani under 30 11 euro, loggione 1o.

La biglietteria del teatro del Giglio è aperta nei seguenti orari: dal mercoledì al sabato dalle 10,30 alle 13 e dalle 15,30 alle 18. Per informazioni, consultare il sito internet www.teatrodelgiglio.it o contattare la biglietteria al numero di telefono 0583.465320 (in orario di apertura al pubblico) e per email all’indirizzo biglietteria@teatrodelgiglio.it.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.