Quantcast

Pienone per Caparezza in San Francesco: “Volevo fare il fumettista” foto

Presentata, insieme al fumettista lucchese Simone Bianchi, la nuova versione grafica del vinile dell'ultimo album

Dalla luna “a riveder le stelle”. Prima volta al Lucca Comics and Games per Michele Salvemini, in arte Caparezza, che questo pomeriggio ha svelato insieme al fumettista lucchese Simone Bianchi la nuova – e straordinaria – versione grafica del vinile di Exuvia, suo ultimo album in uscita il 10 dicembre.

caparezza taglio cop

Per lui – fuori dal complesso di San Francesco – una fila lunghissima iniziata oltre un’ora prima dell’evento: un ‘tutto esaurito’ che ha accolto l’eccentrico artista di Molfetta con un caloroso applauso. La nuova veste grafica presenta una variante della cover e un pop up creato da Bianchi, che ha lavorato all’idea con l’artista stesso: due passioni, quella per la musica e per i fumetti, che ha fatto conoscere i due artisti qualche anno fa, a Milano, e da allora non si sono più lasciati.

“Michele l’ho conosciuto mentre correvo lungo l’acquedotto del Nottolini”, ha scherzato Bianchi. “L’Ipod fece partire improvvisamente una sua canzone e me ne innamorai. Ricordo che dissi ‘Senti ganzo questo qui…’. Da quel giorno l’ho sempre seguito: anni dopo, ad un evento, gli ho fatto autografare tutti i cd che avevo e ne rimase colpito. Erano cd vecchi, ormai consumati, si vedeva che ero un vero fan. Ci siamo incontrati così. Mesi fa poi il suo manager mi ha contattato per disegnare il pop up del suo nuovo album, stentavo a crederci. Posso dirlo: il primo lucchese in assoluto che ha comprato il nuovo album di Caparezza, sono stato io: quando mi hanno proposto il progetto conoscevo già ogni traccia a memoria e avevo anche provato a suonarle con la batteria”.

“Da ragazzino volevo fare il fumettista, peccato che io non sappia disegnare – ha detto Caparezza – Quando il mio amore per la musica è esploso ho lasciato un po’ da parte i fumetti, ma ogni tanto per fortuna tornano: mi piacciono da sempre e ogni mia canzone l’ho sempre prima ‘disegnata’, immaginata nella mia mente prima di creare la musica. Per me gli album sono molto ‘visivi’ e vorrei che anche le persone vedessero le immagini oltre alla musica. Il mio sogno era quello di creare un libro pop up, ma era decisamente un problema farne uno. Quindi ho pensato di far creare da Simone questa cover, che è riuscita comunque a mantenere l’idea di ciò che sognavo. L’ascoltatore potrà così immergersi anche visivamente nel mondo di Exuvia. Entrare nello studio di Bianchi è stata un’emozione unica, entrare nella ‘pancia’ del fumetto, vedere dove e come nasce, è stato straordinario: al Lucca Comics propongo di mettere anche casa di Simone sulla mappa, sarebbe bello farlo visitare alla gente, un po’ come i trulli ad Alberobello”, ha scherzato.

In realtà il fumettista lucchese è molto geloso del suo studio: “Non faccio entrare nemmeno i miei figli – ha raccontato – per me è un luogo sacro, intimo. Durante il lockdown dello scorso anno il tempo lì dentro ha cambiato percezione, l’ha rovesciata. Mi sono dovuto fermare dopo una vita vissuta a corsa. Tornare alla normalità, sono sincero, in quei mesi mi è sembrato impossibile: anche per questo oggi sono così emozionato a vedervi qui, così tanti”.

E da qui anche una riflessione sulla gestione del tempo: “Io sono abituato da sempre a scadenze, ormai sono una macchina produttiva. Da noi fumettisti dipende anche il lavoro di tutti gli altri, non contiamo nulla se non rispettiamo i tempi. E vi dirò: se ho scadenze lavoro meglio e di più. Trovo ‘scorciatoie’ con risultati migliori. Oltre alla qualità, per noi artisti la preoccupazione maggiore è proprio quella: la scadenza. Ma ti fa lavorare decisamente meglio”.

Dello stesso parere anche Caparezza: “Con le scadenze impari ad autodisciplinarti, ti butti. Io se non avessi avuto scadenze molto probabilmente sarei ancora al mio primo album, a correggerlo, a fare modifiche. Durante il lockdown invece anche il tempo è cambiato, è diventato più lento, quasi invecchiato: su questo ci ho scritto anche un pezzo, Zeit. Nella canzone cerco di far riprendere il tempo, di svegliarlo. E anche noi in qualche modo dobbiamo svegliarci: il tempo dobbiamo amministrarlo, altrimenti lo buttiamo. I limiti ci fanno fare un passo in più. Ciò che c’è di bello è che i fumetti hanno il tempo dei loro lettori…”.

E poi, la super rivelazione: “Michele mi chiese quali erano per me i migliori fumetti al mondo, così li avrebbe letti. Una domanda difficile, ma gli risposi: lui addirittura ha comprato quelli e molti altri. Il primo in assoluto, e mi scoccia dirlo perché è di un pisano – ha scherzato Bianchi – è ‘Terra dei figli’ di Gipi. Poi Mort Cinder del mitico Alberto Breccia, e, in lista, non posso non mettere Dylan Dog del 1974”.

Gli appuntamenti con Caparezza non finiscono qui. Domani (31 ottobre) alle 11 nell’auditorium del Suffragio sarà possibile ascoltare l’intero disco, nel secondo panel dedicato al cantautore in compagnia dell’artista. Per gli appassionati e i fan dell’artista è possibile accedere ai due firmacopie, realizzati in collaborazione con laFeltrinelli e riservati a chi acquista il vinile in preorder sui siti lafeltrinelli.it e IBS.it per tutta la durata di Lucca Comics and Games.

I firmacopie si terranno nell’auditorium San Giuseppe oggi (30 ottobre) alle 16 e domani (31 ottobre) alle 14.

Ci sarà anche la possibilità di preordinare in loco, prima dei firmacopie, tramite le due hostess in accoglienza all’auditorium San Giuseppe. Chi accede al firmacopie avrà in regalo la serigrafia esclusiva e in edizione limitata della cover di Exuvia, realizzata da Simone Bianchi.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.