Quantcast

Non è colpa dei brutti se sono cattivi, a Lucca l’ultimo libro di Fabio Nocchi

Lo scrittore e autore satirico sarà in città il 27 novembre e l'11 dicembre

Non è colpa dei brutti se sono cattivi. È questo il titolo dell’ultimo libro di Fabio Nocchi, in città il 27 novembre e l’11 dicembre per presentare il volume ambientato anche a Lucca, città dove lo scrittore vive.

Laureato in psicologia, Nocchi è da diversi anni autore satirico del programma Striscia la notizia e del mensile il Vernacoliere.

La trama

Sono gli anni ’80: Samuele vive a Lucca con la madre Rossella, figlia di italiani emigrati in Australia e tornata in patria da sola. Divorziata dal marito, la donna è morbosamente attaccata al piccolo Lele, che è ormai tutta la sua famiglia. Il ragazzo cresce sognando di fuggire a Melbourne, ma il centro del mondo, per il momento, è la periferia di Firenze, dove suo padre Eugenio, uno scanzonato cialtrone, lo trascina nelle sue grandi avventure fatte di biliardo e di donne. È con l’adolescenza che Lele si scontrerà con due evidenze per lui sconvolgenti: è brutto ed è povero. Le Timberland se le può scordare e, di conseguenza, pure la popolarità e le ragazze. Ma c’è una via di uscita: diventare cattivo, dentro e fuori. Per cominciare la metamorfosi, Lele si fa il buco all’orecchio e fonda un gruppo rock. È l’inizio di un’avventura in cui
dovrà fare i conti con l’alcol e l’amicizia, la droga e l’amore: un sentimento per cui non è attrezzato e che metterà a nudo tutte le sue fragilità.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.