Quantcast

Cinque concerti per il mese pucciniano con un omaggio al popolo afghano foto

Ci sarà anche una conferenza dedicata ai ritratti di famiglia

Un mese dedicato a Giacomo Puccini, nume tutelare del Teatro del Giglio: nel segno del coraggio e spregiudicatezza sempre mostrati dal maestro, l’edizione del Puccini Days 2021 ospita nel proprio cartellone cinque concerti e una conferenza di alto profilo, ciascuno con la propria personalità e diverso stile, con artisti internazionali e della città, legati dalla volontà di offrire una panoramica dei modi di far musica dal ‘700 ai contemporanei, per guardare lontano, pur partendo dalle radici lucchesi. Anche per l’edizione 2021, il Festival è frutto della collaborazione tra Comune di Lucca, Fondazione Giacomo Puccini e Teatro del Giglio, e realizzato con il sostegno della Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca e i patrocini di Ministero della cultura e Regione Toscana.

Nello spirito Pucciniano di guardare sempre oltre confine, con questa edizione 2021, si sono inserite nel festival le sonorità di un Paese ospite, con l’omaggio all’Afghanistan, così tanto martoriato all’interno dei propri confini, che trova invece respiro nel resto del mondo che lo accoglie, e avrà per noi voce di donna, il mezzosoprano Mashal Arman, afgana in esilio in Europa, che sarà – per la prima volta in Italia – al Teatro del Giglio con il suo ensemble nel concerto The Afghan project il 1 dicembre alle 21. Un concerto dedicato al popolo afghano, evocato oltre che nei suoni anche nella scenografia per immagini di Fatimah Hossaini, pluripremiata fotografa e attivista per i diritti umani, fuggita da Kabul nell’agosto scorso.

Dopo il grande viaggio nel fascino del paese che fu l’antico Impero Persiano, il programma musicale ospita le Fantasie Pucciniane di Valentina Ciardelli (contrabbasso) e Stefano Teani (pianoforte) (2 dicembre): a seguito del format online How I met Puccini che ha animato di entusiasmo e musica pucciniana il sito del teatro del Giglio durante il lockdown per un concerto pucciniano inedito e frizzante anche con composizioni originali.

Direttamente dal coro del Teatro alla Scala, poi, i cinque artisti vocali dell’ensemble Italian Harmonists presentano un concerto dedicato a Enrico Caruso nei 100 anni dalla sua scomparsa (5 dicembre, alle 17) icona dell’Italia, dell’opera e di Puccini nel mondo: lo fanno con un repertorio squisito, arrangiato per voci maschili e pianoforte, con un programma speciale per Lucca Puccini Days, che oltre a riportarci nelle sonorità degli anni ‘20-’30 della canzone italiana e dell’opera, ripercorre da Vecchia Zimarra a Sogno d’or tutta la strada pucciniana.

Un salto ancora più indietro nel tempo, al secolo d’oro della Lucca musicale dove vissero Puccini Senior e Luigi Boccherini, contemporanei e colleghi di Haydn e Mozart, lo facciamo con Accademia, un concerto alla maniera del tempo di Mozart (6 dicembre, alle 20,30), che porta al Giglio i modi del fare musica nel Settecento, così diversi da quelli a cui siamo oggi abituati e per questo così preziosi, con un grande concerto che intreccia più ensemble, solisti e orchestre, in una ricca collaborazione con le realtà coinvolte nel progetto Il settecento musicale a Lucca. Il concerto è realizzato grazie al contributo di Associazione Musicale Lucchese, associazione Animando, Centro studi Luigi Boccherini, Flam Federazione Lucchese associazioni musicali, sagra musicale lucchese, con il contributo dell’Istituto Boccherini.

Quindi, a cento anni della prima stesura di Turandot, nel giorno del compleanno di Giacomo Puccini, si presenta al Giglio Puccini: Turandot atto primo (22 dicembre, alle 21) la trascrizione per due pianoforti del primo atto di Turandot, operazione colta e piena di fascino ideata dal duo pianistico Maurizio Barboro – Claudio Proietti e scritta da Gianluca Verlingieri, con il preciso intento di esaltare la timbrica dell’opera e svelarne aspetti nascosti, sprigionando l’energia ritmica ed emotiva tessuta nella partitura dal concentrato attento e ricco di tensione sonora di due pianoforti e venti dita.

Contenuto speciale del festival, nel solco di quella multidisciplinarietà che sempre l’ha contraddistinto, ecco lo spettacolo teatrale: con L’altro Giacomo (14 dicembre, alle 21) Renato Raimo che veste i panni di un Puccini domestico e intimo che sceglie di raccontarsi… e più di Puccini si scoprono la persona e le relazioni (in scena anche Francesca Orsini nel ruolo di Elvira), più se ne valorizza la musica, interpretata per l’occasione da Carlo Bernini al pianoforte con il tenore Marco Miglietta e la soprano Francesca Maionchi. in questa narrazione, a fine spettacolo, si resta con la voglia, sempre inesausta, di ascoltare ancora note e parole di Giacomo Puccini.

Inoltre, prima della rassegna di concerti e spettacoli, l’unicità delle occasioni pucciniane che solo Lucca può offrire: sede del Centro Studi Puccini e città ove visse e operò tutta la dinastia Puccini, concentra un patrimonio artistico e culturale che va ben oltre l’ascolto musicale. Per questa edizione 2021, il collegamento è con la pittura e il ritratto, scrigno di storia e personalità: la professoressa Gabriella Biagi Ravenni, nella conferenza Da Puccini senior a Puccini junior – Tipologia dei ritratti della famiglia Puccini (sabato 27 novembre alle 15,30, Casermetta San Colombano), presenta – in collaborazione con il progetto Pittura che suona –  l’iconografia della dinastia pucciniana, gran parte della quale è conservata nel Puccini Museum – Casa natale (28 novembre visita guidata speciale alla scoperta dei ritratti).

Il programma dei Puccini Days 2021 si arricchisce con visite guidate della Casa natale – Puccini Museum sia per adulti che per bambini, corredate da letture, video e ascolti. Gli appuntamenti, organizzati dalla Fondazione Giacomo Puccini di Lucca, si terranno ogni sabato alle ore 12.00 (con l’esclusione del 25 dicembre, giorno di chiusura del museo) e ogni terza domenica del mese.

Prezzi biglietti
Mashal Arman and the afghan project – Fantasie Pucciniane – Italian Harmonists – L’altro Giacomo – Puccini: Turandot, atto primo
Platea e palchi centrali: intero 12 euro – ridotto 10 euro – Cral e giovani under 30 euro 7 euro.
Galleria e palchi laterali: intero: 10 euro – ridotto 7 euro – Cral e giovani under 30 5 euro.
Loggione  5 euro.
Concerto Accademia Musicale posto unico 5 euro
Puccini Museum – Casa natale
Le visite guidate sono incluse nel prezzo del biglietto.
Il biglietto per gli eventi per famiglie ha il costo di 5 euro.

I biglietti sono acquistabili in biglietteria o su TicketOne.it.

 

La biglietteria del Teatro del Giglio è aperta nei seguenti orari: il martedì dalle 10,30 alle 13 e dal mercoledì al sabato dalle 10,30 alle 13 e dalle 15,30 alle 18.

Per informazioni, consultare il sito internet www.teatrodelgiglio.it o contattare la Biglietteria al numero di telefono 0583 465320 (in orario di apertura al pubblico) e per email all’indirizzo biglietteria@teatrodelgiglio.it.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.