Quantcast

Nutriamo le differenze, a Capannori un ciclo di proiezioni sulle discriminazioni di genere

Si parte giovedì (25 novembre) con '120 battiti al minuto'

Un mini ciclo di proiezioni. Si terranno il 25 novembre, il 2 e 9 dicembre nella sala consiliare nell’ambito del progetto Nutriamo le differenze.

Un’iniziativa realizzata con il patrocinio del Comune di Capannori e della Regione Toscana con i fondi della Rete Ready, l’associazione LuccAut Aps per i diritti Lgbt+  per promuovere film incentrati sul tema delle discriminazioni riguardo l’orientamento sessuale e l’identità di genere, dei pregiudizi e delle differenze.

Giovedì (25 novembre) sarà proiettato il film 120 battiti al minuto di Robin Campillo. Nei primi anni ’90, in un periodo in cui l’Aids ha causato migliaia di vittime nel corso dell’ultimo decennio, un movimento di attivisti francesi conosciuto come Act Up cerca di portare il dramma all’attenzione dell’opinione pubblica. Il giovane Nathan, uno dei nuovi membri dell’associazione, vede il suo mondo cambiare drasticamente dopo l’incontro con Sean, un militante radicale che lo spingerà a osservare le realtà con altri occhi e a prendere decisioni fondamentali che cambieranno per sempre la sua vita.

Giovedì 2 dicembre sarà la volta del film Kinsey di Bill Condon. Il film narra la vita e le ricerche del sessuologo Alfred Kinsey. Il rapporto Kinsey– composto di due volumi: Il comportamento sessuale dell’uomo (1948) e Il comportamento sessuale della donna (1953) – fu una delle prime opere a cercare di analizzare scientificamente il comportamento sessuale e le sue conseguenze (o la loro mancanza) nell’essere umano.

Il terzo film in programma è La diseducazione di Cameron Post di Desiree Akhavan che sarà proiettato giovedì 9 dicembre. Cameron ha quattordici anni e vive con la nonna paterna e la sorella della madre, Ruth, una ex assistente di volo convertita al cristianesimo evangelico, da quando ha perso i genitori in un incidente stradale. Quando la sua relazione con la coetanea Coley viene scoperta, la zia decide di iscriverla a God’s Promise, un centro religioso dedicato alla conversione di adolescenti omosessuali.

Le tre serate saranno moderate da LuccAut con la collaborazione di Fabio Belgrano. Le proiezioni, che avranno inizio alle 20,30, sono gratuite e a numero chiuso, con prenotazione obbligatoria scrivendo una mail all’indirizzo luccaut@gmail.com.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.