Quantcast

Da Spagnolo a Marangoni: si apre la stagione cameristica 2022 dell’Associazione musicale lucchese

Primo appuntamento domenica 23 gennaio alle 17,30 nella chiesa di San Francesco con il concerto di Anna Tifu e l'orchestra dell'Issm Boccherini

La musica infine, l’unificatrice – niente di più spirituale, niente di più sensuale, una divinità, eppure completamente umana – che avanza, prevale, occupa il posto più alto, capace di dare, in certe contingenze e campi, ciò che null’altro saprebbe dare. È con una citazione del poeta ottocentesco Walter Whitman che si apre la stagione cameristica 2022 dell’Associazione musicale lucchese.

stagione cameristica  2022 associazione musicale lucchese

Dieci appuntamenti che da domenica prossima (23 gennaio) fino a marzo e poi di nuovo a novembre porteranno sul palco di San Francesco – solo per il concerto inaugurale – e all’auditorium Boccherini i migliori talenti italiani, tra vecchie e nuove conoscenze. Un programma che guarda ai giovani, recentemente ricevuti dal ministro della cultura Dario Franceschini, alla contemporaneità e alla sperimentazione senza dimenticare le radici nella tradizione. Una tradizione, quella della stagione cameristica, che riesce a tramandarsi anche all’interno dell’emergenza pandemica, con le sale da concerto ridotte, in zona gialla, a una capienza del 50 per cento.

“È la seconda manifestazione che ci troviamo a organizzare in piena pandemia – ricorda il presidente dell’associazione Marco Cattani -. Nonostante questo, ancora una volta, riusciamo a dare continuità alla nostra storia che da sempre cerca di affiancare artisti affermati a giovani talenti come Kevin Spagnolo, primo premio al concorso internazionale di Ginevra del 2018. Perché è proprio in un momento come quello che stiamo vivendo che nella musica possiamo trovare conforto e speranza per il futuro. E anche per questo che ogni anno, la nostra associazione, estende la propria collaborazione con gli enti del territorio: dall’amicizia con il Boccherini al percorso intrapreso a ottobre scorso con le diverse realtà sociali della città per finire con il progetto Musica ragazzi 2022 nelle scuole, oggi in fase di definizione”.

“Uno degli obiettivi del mio mandato era proprio quello di riuscire a consolidare una rete di collaborazione tra gli enti del territorio, che portasse, come in questo caso, a un prodotto finale di qualità – aggiunge il primo cittadino Alessandro Tambellini -. Penso, ad esempio, al Boccherini, che ogni anno incrementa la propria offerta formativa e i riconoscimenti a livello nazionale e internazionale, ma anche al Teatro del Giglio, che allarga sempre più le proprie vedute: insomma una città dove la cultura cresce ovunque e che si prepara a perfezionarsi in vista delle prossime celebrazioni pucciniane”. È la cultura la base dalla quale ripartire per costruire “il mondo nuovo” anche per il vicepresidente della Fondazione Cassa di risparmio di Lucca Raffaele Domenici che sottolinea “l’importanza di sostenere iniziative di questo livello per coltivare a partire dal ‘bello’ la fiducia nel domani”.

Il programma

La stagione inizierà domenica 23 gennaio alle 17,30 – orario in cui si svolgeranno tutti gli eventi – in San Francesco con il concerto della violinista interprete di livello internazionale Anna Tifu assieme all’orchestra dell’Issm Boccherini diretta da GianPaolo Mazzoli e l’esecuzione di Fratres di Arvo Pärt e delle Quattro stagioni di Vivaldi nella versione di Max Richter, musicista tedesco allievo di Berio e fondatore dell’ensemble Piano Circus, che le ha volute “riscrivere” ottenendo un grande successo di pubblico e di critica. Domenica 30 gennaio sarà la volta della musica di Ravel, Gershwin e Bartok con tre grandi interpreti: Andrea Obiso al violino, Alessandro Carbonare al clarinetto e Monaldo Braconi al pianoforte. Appuntamento all’auditorium Boccherini, dove si svolgeranno tutti i concerti di febbraio, marzo e novembre.

Domenica 6 febbraio l’Aml ospiterà la violinista Giulia Rimonda e il pianista Josef Mossali, che eseguiranno pagine di Franck e Prokofiev. Sabato 12 febbraio è in programma un concerto unico che darà al pubblico l’opportunità di ascoltare il suono di un grande organo a canne mobile, progettato e suonato da Paolo Oreni. Sul palco anche il pianista Alessandro Marangoni. In programma pagine di Bach/Busoni, Franck, Chopin, Liszt/Guillou e la prima esecuzione italiana del brano Gioachiniana, arie concertanti per pianoforte e organo su frammenti rossiniani di Carlo Galante. Sabato 19 febbraio torna il consueto concerto che celebra il compleanno di Luigi Boccherini, nato a Lucca proprio il 19 febbraio del 1743. Per questo appuntamento, l’Aml ospita il celebre violoncellista Giovanni Gnocchi, che si esibirà assieme all’orchestra dell’Issm Boccherini. In programma alcuni dei più conosciuti e apprezzati brani del compositore lucchese. Il concerto sarà preceduto da una tavola rotonda in ricordo di Remigio Coli, lo studioso di Boccherini recentemente scomparso, curata dal Centro Studi Boccherini. Domenica 27 febbraio sarà la volta di un duo giovanissimo e brillante, il clarinettista Kevin Spagnolo (classe 1996), vincitore del primo premio del Concorso di Ginevra nel 2018, e il pianista Simone Rugani (classe 1993). In programma pagine di Schumann, Brahms, Bernstein e Muczynski.

Domenica 6 marzo si esibirà Giovanni Bertolazzi, pianista ventitreenne che nel novembre scorso ha vinto il prestigioso secondo premio al Concorso pianistico internazionale Franz Liszt di Budapest. In programma brani di Beethoven e Liszt. La stagione cameristica riprende in novembre con tre concerti: il 13 novembre il Faccini Piano Duo; il 20 novembre il pianista Maurizio Baglini e il 27 novembre gli archi del Quartetto Adorno.

stagione cameristica  2022 associazione musicale lucchese

“Puntiamo molto sui giovani – precisa il direttore artistico Simone Soldati – alcuni dei quali sono già stati nostri ospiti e stanno ora riscuotendo grande successo a livello internazionale. Una delle nostre missioni è sempre stata questa: avvicinare i giovani alla musica e, allo stesso tempo, promuovere i talenti, come alcuni di quelli recentemente incontrati dal ministro Franceschini e che saranno nostri ospiti nei prossimi mesi. Su questo fronte è importante la collaborazione con il Boccherini e la sua orchestra di rappresentanza, perché offre un percorso professionalizzante ai suoi elementi. Insieme ai giovani, ovviamente, ospiteremo grandi nomi del panorama musicale internazionale, tra i quali Anna Tifu, Andrea Obiso e Alessandro Carbonare. Oltre a prestare grande attenzione ai nomi e al programma, come ogni anno l’Associazione musicale lucchese guarda all’Agenda Onu 2030 con la mobilità sostenibile per gli ospiti e posate compostabili nei camerini. È in questo senso che si arricchisce quest’anno della collaborazione con Talea e in occasione del primo concerto, come da tradizione, saranno piantati due nuovi alberi all’anfiteatro di San Vito”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.