Quantcast

Giorno della memoria, a dieci anni dal debutto torna in scena ’23 giugno 1944: visita a Terezin’

Appuntamento venerdì (28 gennaio) alle 21 all'Auditorium Vincenzo da Massa Carrara a Porcari

A dieci anni dal debutto, in occasione della Giornata della memoria torna lo spettacolo 23 giugno ’44: Visita a Terezin. L’appuntamento è a ingresso libero e si terrà venerdì (28 gennaio) alle 21 all’Auditorium Vincenzo da Massa Carrara a Porcari, in un evento organizzato dal Comune insieme a Fita, comitato provinciale di Lucca, in collaborazione con La Cattiva Compagnia con il patrocinio di Anpi Capannori, Provincia di Lucca, Comuni di Lucca e Scuola della Pace.

Un’occasione per commemorare le vittime dei lager, a cui si unisce la volontà di ricordare Giovanni Fedeli, attore, regista e presidente de La Cattiva Compagnia, prematuramente scomparso nell’ottobre scorso all’età di 48 anni, con la proiezione dello spettacolo da lui scritto e diretto, accompagnato da una mostra di foto, abiti e oggetti di scena. Lo spettacolo sarà già proiettato domani (27 gennaio) alla presenza del sindaco di Porcari Leonardo Fornaciari e dell’assessora alla cultura Roberta Menchetti, dopo l’importante testimonianza del sopravvissuto Dante Unti, per le classi terze della scuola secondaria di primo grado E. Pea di Porcari. Sabato (29 gennaio) alle 21, visione online invece per chi si collegherà alla pagina Facebook di Fita Lucca.

La storia

Nel 2012 la Fita fu incaricata dall’amministrazione provinciale di Lucca e della Scuola per la pace, di realizzare uno spettacolo in occasione delle commemorazioni dei Giorni della Memoria e affidò a Giovanni Fedeli e alla sua associazione teatrale La Cattiva Compagnia la responsabilità di realizzarlo. Il cast coinvolse attori provenienti anche da altre compagnie affiliate alla federazione e bambini e ragazzi dei corsi di teatro organizzati dalla Fita e condotti da Tiziana Rinaldi e da Giovanni Fedeli. Il risultato di queste diverse sinergie fu un lavoro molto originale, impegnativo, corale, attinente e coerente alle tematiche del Giorno della Memoria. Lo spettacolo, che debuttò nel gennaio 2012 con diverse repliche per gli studenti e per il pubblico nei principali teatri della Provincia di Lucca, partecipò anche a diverse rassegne e festival in tutta Italia, ottenendo numerosi riconoscimenti tra cui il premio come miglio spettacolo Fitalia 2012.

23 giugno ’44: Visita a Terezin, è la storia dell’olocausto raccontata attraverso la rivisitazione di un fatto realmente accaduto nel ghetto di Terezin, a 60 chilometri da Praga. Il 23 giugno 1944, alcuni ispettori della Croce Rossa internazionale ottennero il permesso di visitare il campo, per verificare le condizioni dei prigionieri. Quello che i nazisti attuarono, e che i delegati videro, fu una vera e propria ‘farsa’ a uso e consumo della propaganda interna finalizzata, per ordine di Himmler, a far tacere la ‘cattiva coscienza’ occidentale. La rielaborazione artistica di questo avvenimento storico rappresenta la cosiddetta messa in scena ordita dai nazisti e la sua lunga preparazione che coinvolse i prigionieri del ghetto come attori involontari, in vista dell’imminente arrivo di un delegato della Croce Rossa. Il lager di Theresienstadt (Terezin in Ceco) vide, dal 24 novembre 1941 fino alla liberazione avvenuta l’8 maggio 1945, passare circa 144 mila ebrei, 15 mila dei quali bambini e neonati. Un quarto dei prigionieri morì nel campo  per le pessime condizioni (fame e malattie). Circa 88 mila vennero deportati poi ad Auschwitz e in altri campi di sterminio. Quando la guerra finì solo 17247 erano sopravvissuti.

Per Informazioni è possibile chiamare il numero 3477561235 o scrivere a info@lacattivacompagniateatro.it o fitalucca@gmail.com.

Sostieni l’informazione gratuita con una donazione

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.