Quantcast

Luci nel buio della Shoah, il testo su fratel Arturo Paoli degli alunni della scuola Ungaretti vince un premio

I ragazzi di due classi sono arrivati secondi al Mombaroccio-Sarano

Le classi terza A e H della scuola Giuseppe Ungaretti di San Concordio (polo Leonardo da Vinci) sono tra i vincitori del concorso nazionale Luci nel buio della Shoah, con un testo su Arturo Paoli. A prendere l’iniziativa, coinvolgendo il Fondo documentazione Arturo Paoli, sono state le insegnanti Emanuela Gabrielli e Cinzia Ciulli, che hanno iscritto le due classi alla quarta edizione del Premio nazionale Mombaroccio-Sarano, nato allo scopo di mantenere viva la memoria di eventi e persone che, nel clima di odio e di persecuzione della seconda guerra mondiale, hanno scelto la solidarietà e la fraternità, contribuendo alla salvezza di chi in quel momento era oggetto delle persecuzioni razziali.

Dopo un incontro con la responsabile del Fondo Arturo, Paoli Silvia Pettiti, che ha fornito materiali e consulenza alle docenti, e tenuto una lezione alle due classi, i ragazzi e le ragazze hanno prodotto un testo narrativo dal titolo Innocente, ma colpevole di vivere e un video gioco escape room, intitolato Le nostre luci, la nostra storia, aggiudicandosi il secondo premio con il testo narrativo.

Con un incontro nell’auditorium del Palazzo delle Esposizioni, studenti e studentesse delle due classi, accompagnati dalle insegnanti, hanno condiviso i lavori svolti con il presidente della Fondazione Banca del Monte di Lucca, Andrea Palestini, e con la responsabile del Fondo Arturo Paoli, Silvia Pettiti. A seguire è stata proiettata la video-intervista ad Arturo Paoli e don Renzo Tambellini L’ubriachezza totalitaria, e sono stati visitati i locali del Fondo Paoli. A ciascuno dei presenti è stato donato un libro di fratel Arturo.

Il momento conclusivo si terrà giovedì 26 maggio, quando le due classi parteciperanno alla cerimonia di premiazione a Mombaroccio, provincia di Pesaro e Urbino.

Sostieni l’informazione gratuita con una donazione

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.